HomePost-ProduzioneSoftwareCome funziona Lensa, l'app AI per per i ritratti

Come funziona Lensa, l’app AI per per i ritratti

Se hai navigato un po’ sui social ti sarai reso conto sicuramente che sono un trend questi ritratti personali creati con intelligenza artificiale e quasi tutti sono stati realizzati con l’app Lensa. In questo articolo voglio spiegarti come funziona, il suo costo e voglio darti un mio parere su come l’intelligenza artificiale sta modificando rapidamente il mondo della comunicazione digitale.

In realtà l’intelligenza artificiale è da qualche anno che sta prendendo piede, ne ho parlato in un vecchio articolo di come funziona Midjourney ma anche testate come Multimedia Player di Alessandro Bramato lo hanno riportato con articoli virali tipo quello delle app per cambiare la faccia con effetti. Piano piano da che era una cosa di nicchia per smanettoni sta arrivando sempre più alla portata di chiunque.

Gli avatar creati con Lensa segnano la prima volta che il pubblico di massa ha interagito con uno strumento di intelligenza artificiale generativa e soprattutto che pagano arte generata al computer.

Esatto, perché in realtà esistono molte app che fanno questo lavoro come Stable Diffusion, ma Lensa e altri servizi come Avatar AI e Profilepicture.AI stanno facendo veramente molti soldi con i loro prompt e immagini generate.

Molti artisti influenti hanno iniziato ad utilizzarla, come proprio il grande Casey Neitstat

Quanto costa Lensa?

Lensa è costruito sul generatore di immagini open source gratuito di Stable Diffusion, ma funge in realtà da intermediario. Invia a Lensa 10-20 selfie 7,99 dollari (3,99dollari se ti registri per una prova gratuita) e l’app fa il lavoro per te, restituendoti una serie di ritratti stilizzati in stile fantascienza, fantasia e anime. Chiunque abbia una potenza di elaborazione sufficiente può installare Stable Diffusion su una macchina, scaricare alcuni modelli e ottenere risultati simili, ma gli avatar di Lensa sono impressionanti e abbastanza pronti per spopolare su Instagram o Tik Tok.

Come funziona Lensa per generare selfie

Per prima cosa, devi scaricare l’app Lensa sul tuo smartphone. È disponibile sia per Android che per iOS. Una volta che hai l’app, è allora che inizia il vero divertimento in maniera davvero molto semplice ed immediata (motivo del successo virale)

  • Apri l’app Lensa sul tuo telefono.
  • Per utilizzare il generatore di selfie AI di Lensa, ti consiglio di iscriverti al suo abbonamento a pagamento. Per fortuna, è disponibile una prova gratuita. Puoi accederci da: Non sei ancora sicuro? Abilita la prova gratuita, è il pulsante giallo che si trova in basso nella home appena apri l’applicazione
  • Una volta aperta l’applicazione trova e seleziona 10-20 selfie di te stesso.
  • Seleziona il tuo sesso e attendi che Lensa importi le tue fotografie
  • Scegli quanti avatar desideri acquistare
  • Dopo aver caricato le tue foto, l’app Lensa ha bisogno di tempo per generare le tue immagini AI. L’app Lensa mostra quanto tempo rimane con un countdown, a questo punto puoi lasciare l’app aperta o toccare una delle due opzioni in basso:  Avvisami al termine o Nascondi questa schermata
  • Quando i tuoi avatar selfie AI sono pronti, apri di nuovo l’app Lensa e tocca l’ icona con la faccina sorridente nell’angolo in alto a sinistra.
  • A questo punto hai i tuoi selfie AI generati da Lensa, le immagini sono organizzate in varie categorie, tra cui Superhero, Mystical, Sci-fi e altro.
  • Salva e sono a tua disposizione!

Preoccupazioni riguardo Lensa

Dalla mia esperienza durante il fine settimana su Instagram, per ogni 10 avatar di Lensa c’è un commento di qualche nerd che rimprovera per aver pagato un’app che ruba agli artisti. Stable Diffusion, il generatore di immagini AI che alimenta Lensa, è stato originariamente addestrato su 2,3 ​​miliardi di immagini con sottotitoli, un’enorme sezione trasversale dell’internet visivo. Queste immagini includono anche molte migliaia di foto estratte da Smugmug e Flickr, illustrazioni da DeviantArt e ArtStation e immagini stock da siti come Getty e Shutterstock.

Secondo LAION, l’organizzazione no profit che ha creato gli enormi set di dati per cominciare, i reperti di dati sono “semplicemente indici di Internet”, elenchi di URL di immagini sul Web abbinati al testo alternativo che li descrive. Se sei un cittadino dell’UE e il database contiene una tua foto con il tuo nome allegato, puoi presentare una richiesta di rimozione ai sensi del GDPR, l’innovativa legge europea sulla privacy, ma questo è tutto. 

Il periodo storico in cui ci stiamo trovando secondo me si può ricondurre in una lotta tra artisti, illustratori, fotografi e società di grafica che verranno prese coinvolte nel processo di modellazione dell’IA. Alcuni modelli che utilizzano Stable Diffusion dpingono ulteriormente il problema. Prima di un recente aggiornamento, Stable Diffusion Version 2, chiunque poteva creare un modello denominato progettato per imitare lo stile visivo distinto di un artista specifico e coniare nuove immagini all’infinito a un ritmo con cui nessun essere umano poteva competere.

Problemi con Lensa più comuni

Uno dei problemi più comuni con Lensa è quando i suoi avatar non si caricano. Carichi le tue foto su Lensa, aspetti di vedere il risultato finale e non succede niente. In questo caso, assicurati che la tua app Lensa sia aggiornata all’ultima versione, prova a chiudere l’app e riaprirla e assicurati di avere una buona connessione Internet.

Questi suggerimenti si applicano anche alle persone che visualizzano un messaggio “servizio non disponibile” nell’app Lensa. Aggiorna l’app, chiudila/riaprila e ricontrolla che la tua connessione Wi-Fi o dati sia solida.

Se Lensa continua a comportarsi male, puoi contattare l’assistenza clienti inviando un’e-mail a feedback@lensa-ai.com.

Lensa è sicura?

Lensa non è la prima app per smartphone a offrire strumenti di fotoritocco AI e ogni volta che arriva un’app del genere la domanda che sorge spontanea è: “Questa app è sicura da usare?”

L’app Lensa è sviluppata da Prisma AI, che ha sede a Sunnyvale, in California. Prisma AI è stata fondata nel 2016 e la sua app di punta Prisma è stata premiata come “App dell’anno” da Apple e Google rispettivamente per l’App Store e il Play Store.

Prisma ha recentemente dichiarato a TechCrunch che la società utilizza AWS (Amazon Web Services) per eseguire l’elaborazione AI sui selfie delle persone. Una volta creati i selfie, Prisma afferma che tutte le immagini caricate vengono “immediatamente cancellate”.

È lecito ritenere che ogni app che scarichi raccolga dati di qualche tipo. E mentre Prisma è stato trasparente su come elimina le foto degli utenti e non le salva, alcune persone potrebbero non sentirsi a proprio agio nell’usare l’app.

Altri articoli:

Alessio Fabrizi
Alessio Fabrizi
Alessio, fondatore di Fotografia Moderna dal lontano 2015 con l'obiettivo di creare una community unita di fotografi italiani. Cerco sempre notizie che possano interessare gli appassionati di fotografia, mi diverto a fare recensioni di attrezzature fotografiche e consigliare con guide all'acquisto le migliori alternative sul mercato. Iniziata come passione è diventato in poco tempo uno dei portali più cliccati d'Italia arrivando a raggiungere più di 1 milione di appassionati ogni anno finendo per essere un lavoro a tempo pieno dove ogni giorno impiego il mio tempo per cercare notizie o migliorare il sito.
ALTRI ARTICOLI
ULTIMI ARTICOLI