HomeAttrezzatura FotograficaMirrorlessNikon Z30 Recensione: La mirrorless per i Vlogger!

Nikon Z30 Recensione: La mirrorless per i Vlogger!

Dopo il lancio del primo modello con sensore APS-C, la Z50, la nuova Nikon Z30 è la seconda fotocamera mirrorless di Nikon con questo sensore. Questa nuova offerta è rivolta a vlogger e creatori di contenuti alla ricerca di una fotocamera leggera e portatile che offra una qualità migliore rispetto al proprio smartphone per chi vuole fare quel salto di qualità in più.

Nonostante le sue dimensioni ridotte, la Z30 utilizza lo stesso innesto dell’obiettivo Z delle fotocamere con sensore full-frame molto più grandi di Nikon, come la Z9, Z7 II, Z6 II e Z5, il che significa che può utilizzare la stessa gamma di obiettivi FX con marchio Z , anche se con un fattore di ritaglio di 1,5x applicato.

Oltre all’FX e ai tre obiettivi con innesto DX Z attualmente disponibili, anche l’adattatore per innesto FTZ esistente rilasciato con i modelli Z6/7 è completamente compatibile con la Z30, il che significa che gli obiettivi DSLR con innesto F possono essere utilizzati anche con la nuova fotocamera.

Le caratteristiche principali offerte dalla Nikon Z30 includono un sensore APS-C da 20,9 megapixel, processore EXPEED 6, registrazione video 4K UHD a 30p e 1080 Full HD fino a 120p, entrambi senza ritaglio, un massimo di 125 minuti di registrazione continua, stereo microfoni, LCD touch-screen completamente articolato, sistema di messa a fuoco automatica con 209 pixel AF a rilevamento di fase, gamma ISO di 100-51200 espandibile a 20400, scatto a raffica a 11 fps con tracciamento AF/AE, Snapbridge, connettività Wi-Fi e Bluetooth e un corpo che pesa 350 g.

Caratteristiche Nikon Z30

Nikon Z30

In termini di come Nikon vede la Z30, si trova proprio nella parte inferiore della gamma sotto le fotocamere Z50 e Z fc nel loro posizionamento, ed è attualmente la fotocamera mirrorless più economica offerta da Nikon.

Secondo me Nikon spera di indurre le persone ad aggiornare dai loro smartphone o dalle loro DSLR Nikon entry-level con la nuova Z30, in particolare quelle con un vivo interesse per vlogging e videografia.

Per il design Nikon ha fatto un ulteriore passo avanti, non solo miniaturizzando il progetto della fotocamera DSLR, ma anche presentando un nuovo design senza mirino che successivamente appare più compatto ed elegante rispetto alla Z50 e Z fc.

Sostenendo che il suo pubblico target giovane e incentrato sui video non mancherà di avere un mirino, la Z30 sembra proprio uno Z50 con la parte superiore tagliata.

Pesa solo un corpo di soli 350 g, 45 g in meno rispetto alla Z50, e misura 128 x 73,5 x 59,5 mm, rendendola una fotocamera che puoi davvero portare sempre e ovunque senza accorgertene.

Nikon non è andata troppo oltre con la riduzione delle dimensioni che la fotocamera diventa inutilizzabile. L’incantevole impugnatura è ancora relativamente profonda e robusta per una fotocamera così piccola, mentre il rivestimento gommato attorno all’intero corpo della fotocamera aggiunge una qualità tattile che smentisce il prezzo entry-level della Z30, così come la struttura in lega di magnesio: non è ” fotocamera plastica-fantastica.

Sebbene la Z30 non abbia gli stessi livelli di impermeabilità dei modelli molto più in alto nella gamma, nel complesso la qualità costruttiva sembra abbastanza solida da resistere a un po’ di ruvida e caduta, nonché a una varietà di condizioni meteorologiche diverse, se si prende il precauzioni necessarie per proteggerlo.

Per quanto riguarda i controlli, poiché con la Z50 quasi tutti i pulsanti della Z30 sono raggruppati sul lato destro della fotocamera, facilitando l’utilizzo con una sola mano.

Purtroppo, a differenza di alcune delle fotocamere di fascia alta, non c’è un joystick che puoi usare per spostare i punti AF attorno all’inquadratura. Invece devi usare il metodo più lento e meno preciso di usare le quattro direzioni sul d-pad posteriore per spostare il punto AF, con una pressione del pulsante OK per ricentrarlo.

Inoltre, non è possibile utilizzare lo schermo sensibile al tocco per impostare il punto AF quando si scatta attraverso il mirino, come sui modelli di alcuni concorrenti concorrenti, il che rende la selezione del punto AF meno intuitiva di quanto potrebbe essere.

Se arrivi alla Z30 da una DSLR Nikon piuttosto che da uno smartphone, avrai subito molta familiarità con molti pulsanti, come AE-L/AF-L, il pulsante Info per accedere a un menu rapido.

Una delle principali differenze tra la Z30 e la Z50 è il pulsante di registrazione video più grande del normale posizionato sulla parte superiore della Z30 per un accesso più facile sia in verticale che in orizzontale.

L’interruttore che si trovava sulla parte superiore della Z50 per alternare riprese video e foto è stato ora spostato nella parte posteriore della Z30, circondando il pulsante Display.

A sinistra dell’innesto dell’obiettivo sono presenti due pulsanti funzione personalizzabili utili per l’assegnazione di impostazioni utilizzate di frequente. Un pulsante di rilascio dell’obiettivo si trova sulla destra della montatura.

Passando alla parte superiore della Z30, troverai un’altra familiarità nella forma del selettore di modalità. Da qui, puoi passare tra le diverse modalità di scatto offerte dalla Z30, tra cui M/A/S/P e completamente automatica.

C’è spazio per tre diversi gruppi di impostazioni personalizzate contrassegnati con U1, U2 e U3, il che è molto utile se ti ritrovi spesso a scattare in un tipo specifico di situazione, come soggetti con scarsa illuminazione o in rapido movimento.

Non c’è alcun pulsante al centro della ghiera che deve essere premuto prima di poter ruotare la ghiera, come sui modelli Z6/Z7, anche se in pratica la ghiera si è rivelata abbastanza rigida da evitare cambi di modalità accidentali quando la fotocamera è riposta in un borsa.

I doppi quadranti elettronici occupano la parte superiore destra della Z30, ricordando ancora una volta l’utilizzo di una fotocamera DSLR Nikon come la D7300 o la D5600.

Possono essere usati insieme per regolare la velocità dell’otturatore e l’apertura, a seconda della particolare modalità di scatto in cui ti trovi attualmente.

Possono anche essere utilizzati per regolare altre impostazioni quando si tengono premuti altri pulsanti, ad esempio quando si tiene premuto il pulsante ISO, la ghiera posteriore regola la velocità della sensibilità, mentre la ghiera anteriore abilita e disabilita l’ISO automatico.

Oltre al pulsante ISO, accanto all’interruttore di accensione/spegnimento troverai anche un pulsante di compensazione dell’esposizione dedicato.

Riprese video

Caratteristiche Nikon Z30

La Z30 offre una modalità video migliore rispetto allo Z50 ed è sicuramente quello da acquistare se sei prevalentemente un filmmaker.

Con l’impostazione di massima qualità, la Z30 può registrare video 4K UHD a 30p a 8 bit. Anche se sarebbe stato bello vedere la registrazione 4K/60p o anche a 10 bit, la Z30 almeno non applica alcun ritaglio in modalità 4K, qualcosa che il suo principale rivale, il Sony ZV-E10, non può eguagliare (applica un ritaglio di 1,23x in modalità 4k/30p).

C’è anche una funzione time-lapse integrata e un timer a intervalli, e i filmati al rallentatore Full HD fino a 120 fps possono essere registrati completi di audio.

Parlando di suono, la Z30 ha microfoni stereo posizionati sulla sua piastra superiore con la possibilità di montare uno schermo antivento (non fornito di serie) e la possibilità di collegare un microfono esterno. Offre anche una funzione di riduzione del rumore del vento a bordo.

Deludente, tuttavia, Nikon non ha trovato spazio anche per un microfono per cuffie dedicato, qualcosa che offre la Sony ZV-E10, quindi non è possibile monitorare l’audio in uscita sul campo oltre agli indicatori del livello audio sullo schermo.

Uno dei miglioramenti chiave della Z30 sono i tempi di registrazione molto più lunghi, fino a 125 minuti sulla Z30 rispetto ai 30 minuti della Z50, anche se la Z30 può effettivamente registrare solo per circa 35 minuti in 4K/30p.

Stabilizzazione e modalità

Stabilizzazione Nikon Z30

Sebbene non ci sia stabilizzazione dell’immagine nel corpo su questa fotocamera, la riduzione elettronica delle vibrazioni di Nikon è disponibile per aiutare a mantenere le tue riprese belle e stabili, sebbene applichi un fattore di ritaglio di 1,3x per farlo.

Sulla Z30, se giri il monitor inclinabile in avanti, la fotocamera attiva immediatamente la nuova modalità Autoritratto, liberando lo schermo per una visualizzazione verticale senza ostacoli. C’è anche una pratica spia rossa che ti fa sapere chiaramente quando la videocamera sta registrando.

La nuova modalità Video AF della Z30, che utilizza la messa a fuoco automatica a tempo pieno durante la registrazione, ideale per riprendere azioni o vlog in prima persona mentre sei in movimento.

Passando alla parte posteriore della Nikon Z30, la rimozione del mirino significa che esiste un solo modo per comporre l’immagine: tramite lo schermo LCD.

Il touchscreen LCD da 3 pollici e 1040.000 punti è piuttosto a metà strada in termini di specifiche, certamente non leader della categoria, ma almeno è un design ad angolazione variabile che è completamente articolato per scattare selfie e vlogging molto più facile.

Al contrario, la Z50 ha un touch-screen ribaltabile di 180 gradi che è molto più adatto alla fotografia di immagini fisse: questa è una delle principali aree di differenza tra i due modelli.

Messa a fuoco

Riprese Nikon Z30

La Z30 ti dà la possibilità di modificare il punto AF tramite lo schermo, nonché di spostarti nei menu ed effettuare le selezioni appropriate. L’utilizzo del touchscreen in combinazione con i pulsanti fisici è un ottimo modo per utilizzare la Z30, a seconda di come ti piace lavorare al meglio.

Una differenza fondamentale tra la Z30 e le più costose fotocamere della serie Z6/7 è il sistema AF, che come forse ti aspetteresti non è altrettanto capace sulla fotocamera precedente.

Detto questo, il sensore della Z30 ha ancora 209 punti PDAF di tutto rispetto e la copertura è di un impressionante 90% sia in orizzontale che in verticale, entrambi proprio come lo Z50.

In pratica, anche quando si utilizzano i due obiettivi lenti del kit, la messa a fuoco automatica della Z30 non sembra essere notevolmente più lenta nella maggior parte delle situazioni di ripresa rispetto alla Z6/Z7.

Si blocca praticamente istantaneamente per soggetti statici in buona luce, mentre in condizioni di scarsa illuminazione, la messa a fuoco è un po’ più lenta, ma non inaccettabilmente lenta, con la Z30 in grado di mettere a fuoco fino a un impressionante -4EV. A bordo è presente anche lo stesso efficiente sistema Eye AF presente nella Z6/7.

La fotocamera Nikon Z30 può scattare a 11 fps, che in realtà è più veloce dei 9 fps massimi che la Z7 può raccogliere e solo leggermente più lenta dei 12 fps della Z6.

Connettività

Mirrorless Niokn Z30

Sono incluse sia la connettività Wi-Fi che Bluetooth, progettata principalmente per l’utilizzo con l’app Snapseed di Nikon.

Dopo alcuni primi problemi iniziali, nel complesso l’utilizzo dell’app è un’esperienza molto più piacevole rispetto a quando è apparsa per la prima volta qualche anno fa.

Puoi usarlo per inviare automaticamente file al tuo telefono per la condivisione online, il che è utile per gli appassionati di social media.

Poiché si rivolge direttamente ai consumatori piuttosto che ai professionisti, sulla Z30 è presente un solo slot per schede di memoria che supporta l’onnipresente formato SD.

Piuttosto fastidioso per questo tipo di fotocamera, tuttavia, lo slot per schede si trova nello stesso scomparto della batteria nella parte inferiore della fotocamera, piuttosto che in uno scomparto dedicato sul lato.

Miglior prezzo

In offerta
Nikon Z30 + Z DX 16-50 VR + Lexar SD 64 GB 800x Fotocamera Mirrorless, CMOS DX da 20.9 MP, LCD Angolazione Variabile, Registrazione fino 125min,Video 4K,Nero,Nital Card: 4 Anni di Garanzia,
  • Registra fino a 125 minuti di sequenze video ininterrottamente. Emozionanti timelapse o affascinanti slow motion in Full HD (120p)
  • L'ampio sensore CMOS in formato DX 20,9 MP assicura video e foto ricche di dettagli. La funzione e-VR garantisce sequenze video eleganti e stabili
  • Acquisisci audio eccellente attraverso il sensibile microfono stereo incorporato o tramite un microfono esterno (opzionale)
  • Monitor touchscreen ad angolazione variabile: facilita la ripresa di vlog in prima persona o di selfie
  • L'autofocus permanente permette di auto- regolare la messa a fuoco in base alla distanza dal soggetto. Ideale per ripresa azioni o vlog in movimento

Conclusione

Rivolto esattamente sia ai vlogger che alla Sony ZV-E10, la nuova Nikon Z30 è una versione letteralmente ridotta del modello Z50, con campane e fischietti aggiunti rivolti quasi interamente ai creatori di contenuti video che cercano un aggiornamento leggero e portatile dal proprio smartphone .

In generale, la Z30 riesce nel suo obiettivo principale di rivolgersi a un pubblico nuovo di zecca per Nikon, sia in termini di set di funzionalità della Z30 che di prezzo più aggressivo: questo è attualmente il modo più economico per acquistare nel sistema mirrorless Nikon.

Nikon è stata piuttosto prudente con la Z30, tuttavia, in quanto assomiglia alla Z50 di quasi 3 anni in molti modi, tanto che se scatti prevalentemente foto, quest’ultima fotocamera è ancora un investimento migliore nonostante la sua età principalmente grazie all’inclusione di un mirino.

Per i vlogger e i creatori di contenuti, la Z30 più economica e semplice da usare offre anche una vasta gamma di funzionalità video extra per rendere la registrazione più semplice rispetto allo Z50, tra cui lo schermo completamente articolato, la luce tally e il limite di registrazione di 125 minuti.

Il sensore APS-C da 21 megapixel della Z50 continua a fornire i prodotti in termini di qualità fissa e video allo stesso modo, con le riprese 4K non ritagliate e le opzioni 1080p al rallentatore che si dimostrano ottime caratteristiche a questo prezzo, ma tieni presente che otterrai la stessa qualità d’immagine anche dai modelli Z50 e Z fc.

Oltre alla continua mancanza di un joystick AF, che forse è meno pressante su questo modello rispetto alla Z50, i notevoli difetti sono la mancanza di stabilizzazione dell’immagine nella fotocamera e la gamma ancora molto limitata di obiettivi con innesto DX Z.

Quasi tre anni dopo il lancio della Z50, Nikon offre ancora solo un irrisorio tre obiettivi in ​​​​formato APS-C, e due di questi sono super-zoom simili. Rispetto a Fujifilm e Sony, Nikon è indietro di diverse generazioni rispetto ai suoi principali rivali per quanto riguarda la gamma di obiettivi.

Va benissimo dire che puoi utilizzare gli obiettivi della serie FX a pieno formato sulla Z30, sia mirrorless che DSLR, ma mentre è vero che funzionano molto bene sulla Z30, non possiamo vedere molti del pubblico target di questa fotocamera che vogliono aggiungere le dimensioni o il costo di un obiettivo FX alla loro nuova minuscola fotocamera in formato DX.

Puoi anche utilizzare l’adattatore FTZ per montare la gamma più ampia di obiettivi DSLR DX di Nikon sulla Z30, ma ancora una volta questo aggiunge ingombro e complessità indesiderati a quello che dovrebbe essere un prodotto diretto rivolto agli aggiornamenti di smartphone.

Mentre i tre obiettivi zoom della serie DX Z offerti da Nikon sono ben progettati, offrono la riduzione delle vibrazioni in un design compatto e retrattile e coprono una gamma focale molto ampia, la loro costruzione interamente in plastica e le aperture massime lente ne limitano l’attrattiva per sia gli appassionati che gli utenti più occasionali allo stesso modo, soprattutto se cerchi quel look bokeh poco profondo che anche la maggior parte degli smartphone ora offre.

In definitiva, la nuova Z30 è un tentativo abbastanza ambizioso di accedere a un pubblico completamente nuovo per Nikon, e per molti versi dovrebbe soddisfare i vlogger a cui è chiaramente mirata.

Alessio Fabrizi
Alessio Fabrizi
Alessio, fondatore di Fotografia Moderna dal lontano 2015 con l'obiettivo di creare una community unita di fotografi italiani. Cerco sempre notizie che possano interessare gli appassionati di fotografia, mi diverto a fare recensioni di attrezzature fotografiche e consigliare con guide all'acquisto le migliori alternative sul mercato. Iniziata come passione è diventato in poco tempo uno dei portali più cliccati d'Italia arrivando a raggiungere più di 1 milione di appassionati ogni anno finendo per essere un lavoro a tempo pieno dove ogni giorno impiego il mio tempo per cercare notizie o migliorare il sito.
ALTRI ARTICOLI

ULTIMI ARTICOLI

LE MIGLIORI OFFERTE DEL GIORNO