HomeNews FotografiaPresentata Nikon Zf: 24 megapixel, IBIS a 8 stop, corpo retrò

Presentata Nikon Zf: 24 megapixel, IBIS a 8 stop, corpo retrò

Nel 2021, quando Nikon lanciò la Z fc, una fotocamera APS-C dall’elegante custodia retrò, molte persone nei commenti e nei forum espressero una simile opinione: “La comprerei se avesse un sensore a pieno formato.” Ora, circa due anni dopo, Nikon ha ascoltato le richieste dei suoi clienti e ha creato la Nikon Zf. Questa fotocamera unisce un sensore di pieno formato e tecnologia all’avanguardia a un design retrò. Ma la Nikon Zf è molto più di una semplice Z6 II con un look Z fc; è un prodotto completamente nuovo e innovativo.

24 Megapixel e impressionante IBIS

Il sensore della Nikon Zf è lo stesso sensore full-frame da 24 megapixel presente nella Z6 II. Tuttavia, è accompagnato dal nuovo processore Expeed 7, che consente, tra le altre cose, una gamma ISO leggermente più ampia. Ora, nella modalità normale, la Zf supporta valori ISO da 100 a 64.000 e, nella modalità estesa, da ISO 50 a 204.800.

Come nella Z6 II, il sensore della Zf è montato in modo mobile, ma qui è stato implementato un nuovo stabilizzatore d’immagine a 5 assi (conosciuto come IBIS). Questo IBIS consente di ottenere tempi di esposizione più lunghi di otto stop, rispetto ai cinque stop della Z6 II. Inoltre, Nikon offre ora la possibilità di dare priorità al campo di misurazione dell’autofocus attivo come opzione, anziché al centro dell’immagine. In breve, l’IBIS offre risultati migliori quando il soggetto si trova vicino al bordo dell’immagine.

Inoltre, la Nikon Zf introduce la modalità Pixel Shift, che consente di combinare più immagini singole in un’unica immagine ad alta risoluzione. Ci sono diverse modalità disponibili:

  1. 4 immagini composite: 24 megapixel con dettagli a colori e senza interpolazione dei colori.
  2. 8 immagini composite: 96 megapixel con interpolazione dei colori e riduzione del rumore.
  3. 16 immagini composite: 96 megapixel senza interpolazione dei colori.
  4. 32 immagini composite: 96 megapixel senza interpolazione dei colori e riduzione del rumore.

Tutte queste modalità richiedono l’uso di un treppiede e la combinazione delle immagini deve essere effettuata successivamente sul computer.

La Nikon Zf è la prima fotocamera di sistema Nikon a offrire la modalità Pixel Shift, dimostrando così l’impegno di Nikon non solo nel fornire un design innovativo, ma anche nel portare avanti innovazioni tecniche significative. Davvero una fotocamera di classe!

Nikon ZF: autofocus a -10 EV

L’autofocus della Nikon Zf è davvero impressionante, con una capacità di messa a fuoco fino a -10 EV. Inoltre, questa fotocamera eredita gli avanzati algoritmi e le tecnologie di deep learning delle Z8 e Z9, oltre al rinomato sistema di tracciamento 3D di Nikon. Questo significa che la Zf è in grado di monitorare e seguire soggetti come persone, volti, occhi, animali, uccelli e vari veicoli.

L’AF della Zf è composto da 299 punti di misurazione a fase che coprono il 96% dell’area orizzontale e l’89% di quella verticale. Si dice anche che l’interfaccia di messa a fuoco automatica sia stata ulteriormente migliorata rispetto alla Z6 II. Inoltre, è possibile utilizzare la funzione di riconoscimento del soggetto anche quando si effettua la messa a fuoco manualmente. Questa caratteristica è particolarmente utile per chi possiede ancora obiettivi Nikon più anziani e desidera utilizzarli con la Zf.

Custodia più robusta e di alta qualità

Per quanto riguarda il design, Nikon ha preso ispirazione dalla storica Nikon FM2, come aveva fatto precedentemente con la Z fc. Tuttavia, la Nikon Zf si distingue per la qualità costruttiva notevolmente superiore e una maggiore robustezza rispetto alla Z fc. Questa fotocamera è sigillata per proteggere da polvere e spruzzi d’acqua ed è parzialmente realizzata in lega di magnesio, mentre le rotelle di regolazione sono in ottone. Un elemento affascinante del suo design analogico è la presenza di rotelle dedicate per la sensibilità ISO e la velocità dell’otturatore, e un mini display sulla parte superiore della fotocamera che mostra l’apertura attualmente selezionata.

La Nikon Zf pesa 710 grammi e le dimensioni dichiarate sono di 103 × 144 × 49 mm. A differenza della Z fc, la Zf presenta una maniglia più piccola, ma è possibile acquistare un’estensione dell’impugnatura con guida per treppiede nello standard Arca per 50 euro. Inoltre, coloro che acquisteranno la fotocamera entro il 31 ottobre 2023 riceveranno gratuitamente questa estensione dell’impugnatura. Puoi vedere come appare la Nikon Zf con l’impugnatura aggiuntiva nella gallery inclusa nella parte inferiore dell’articolo.

Sotto la rotella della velocità dell’otturatore, troverai una leva di selezione della modalità che ti permette di passare tra le modalità foto, video e bianco e nero. La modalità bianco e nero offre tre diversi profili: “Monocromatico”, “Monocromatico neutro” e “Monocromatico toni bassi”.

EVF e display

Il mirino elettronico della Nikon Zf è simile a quello presente su altre fotocamere Nikon della serie Z. Ha una risoluzione di 3,69 milioni di pixel e offre un ingrandimento di 0,8x, garantendo così un’esperienza di visione chiara e dettagliata. Lo schermo posteriore ha una risoluzione di 2,1 milioni di pixel e può essere ribaltato verso sinistra, seguendo lo stile del primo schermo utilizzato nelle fotocamere full-frame della serie Z. La parte posteriore della fotocamera è rivestita in pelle, un tocco che contribuisce con successo a creare una sensazione retrò nell’aspetto complessivo della fotocamera.

Oltre alle funzioni touch standard, la Nikon Zf offre anche la possibilità di definire alcune aree del display che possono essere utilizzate per controllare l’autofocus con il pollice mentre si guarda nel mirino. Questa funzionalità era precedentemente presente su fotocamere come la Nikon D5500 ed è ora stata reintrodotta sulla Zf per compensare l’assenza del joystick, rendendo così il controllo della messa a fuoco ancora più comodo e intuitivo.

Nikon ZF, video 4K a 60fps

No, la Nikon Zf, come avete già notato dal display ribaltabile verso l’esterno, non trascura le funzioni video. Questa fotocamera è molto diversa dalla Nikon Df, introdotta 10 anni fa, che era principalmente orientata alla fotografia. La Nikon Zf offre la registrazione video in 4K con un massimo di 60 fotogrammi al secondo. In questa modalità, viene utilizzato un fattore di ritaglio 1,5x, ma è possibile leggere l’intero sensore a 30 fotogrammi al secondo con sovracampionamento 6K. La fotocamera supporta anche la registrazione in H.264 e H.265 a 10 bit e 4:2:2. Inoltre, sono inclusi il focus peaking e una scheda focus per facilitare la messa a fuoco durante le riprese video.

Altri dati tecnici rilevanti includono:

  • Velocità di scatto continuo: Le specifiche ufficiali di Nikon possono essere imprecise, ma si può ottenere un massimo di 30 fps, mentre nelle modalità “normale” è possibile scattare tra 8 e 14 fps, il che dovrebbe essere più che sufficiente per molte situazioni.
  • Funzione pre-release: Le registrazioni vengono salvate un secondo prima dello scatto effettivo.
  • Supporto per il formato HEIF.
  • Filettatura per cavo di scatto meccanico nel pulsante di scatto.
  • Connessioni per cuffie e microfono, nonché una porta micro HDMI.
  • Porta USB-C, connettività Wi-Fi e Bluetooth.
  • Durata della batteria: circa 380 scatti con una batteria EN-EL15c.

Tutti questi dettagli confermano che la Nikon Zf è una fotocamera versatile che offre prestazioni di alto livello sia per la fotografia che per la registrazione video.

Prezzo e disponibilità

La Nikon Zf sarà disponibile a partire da ottobre 2023 al prezzo di 2.499 euro. Se desideri acquistarla insieme al Nikkor Z 40 mm f/2 SE, il prezzo sarà di 2.749 euro, il che rappresenta un risparmio di circa 80 euro rispetto all’acquisto separato dei due componenti. Nel caso preferissi il Nikkor Z 24-70mm f/4 S, Nikon richiede un prezzo di 3.129 euro, ottenendo così un risparmio di circa 320 euro rispetto ai prezzi individuali.

L’impugnatura di prolunga è disponibile al costo di 50 euro, ma chi acquisterà la fotocamera entro il 31 ottobre 2023 riceverà l’impugnatura gratuitamente come parte dell’offerta di lancio.

Altri articoli:

Alessio Fabrizi
Alessio Fabrizi
Alessio, fondatore di Fotografia Moderna dal lontano 2015 con l'obiettivo di creare una community unita di fotografi italiani. Cerco sempre notizie che possano interessare gli appassionati di fotografia, mi diverto a fare recensioni di attrezzature fotografiche e consigliare con guide all'acquisto le migliori alternative sul mercato. Iniziata come passione è diventato in poco tempo uno dei portali più cliccati d'Italia arrivando a raggiungere più di 1 milione di appassionati ogni anno finendo per essere un lavoro a tempo pieno dove ogni giorno impiego il mio tempo per cercare notizie o migliorare il sito.
ALTRI ARTICOLI

Lascia un commento

Scrivi qui il tuo commento
Aggiungi il tuo nome qui

ULTIMI ARTICOLI