HomeFotografiAlessandra Sanguinetti alla Fondazione Henri Cartier-Bresson

Alessandra Sanguinetti alla Fondazione Henri Cartier-Bresson

Alcuni progetti sembrano accompagnare la vita senza mai raggiungere la conclusione. È il caso della serie avviata da Alessandra Sanguinetti nel 1999 insieme alle sue due modelle, Guillerma e Belinda. Membro dell’agenzia Magnum dal 2007, Alessandra Sanguinetti espone la sua serie principale “Le avventure di Guille e Belinda”, arricchita da film e nuove immagini, fino al 19 maggio presso la Fondazione Henri Cartier-Bresson.

Un incontro determinante

Nata a New York nel 1968, Alessandra Sanguinetti è cresciuta in Argentina. Fu lì che nel 1999 incontrò per la prima volta le due cugine, Guillermina Aranciaga e Belinda Stutz, che sarebbero diventate le muse della sua creazione fotografica. Originariamente solo figure remote nell’orizzonte, le presenze di Guille e Belinda catturarono l’attenzione della fotografa e divennero il fulcro di tutte le sue immagini.

Le fotografie delle due cugine, pubblicate per la prima volta nel 2010 in “Le avventure di Guille e Belinda e il significato enigmatico dei loro sogni”, continuano ad arricchirsi con nuove produzioni, testimoniando con rara sincerità la transizione dall’infanzia all’età adulta.

Giocare con la vita?

Con lo sfondo della campagna argentina, ricca di gauchos e della loro mascolinità, le fotografie di Alessandra Sanguinetti assumono un carattere documentaristico. Sebbene le scene coinvolgano spesso oggetti di scena e una certa messa in scena, sembrano prolungare all’infinito i giochi che le due ragazze sperimentavano agli albori degli anni 2000.

Tra immaginazione e realtà, psicoanalisi e poesia, i ritratti di Alessandra Sanguinetti, con la loro firma caratterizzata da un certo senso di stranezza, continuano a rivelare i tratti distintivi del processo di crescita di fronte al suo obiettivo.

Oltre i ruoli nella creazione artistica

Oriana, Primo Giorno, 2009 © Alessandra Sanguinetti: Magnum Photos

Dal campo della fotografia alla pittura, il legame tra l’artista e i suoi soggetti continua a suscitare l’interesse del pubblico. Cosa traspare da questo incontro? Qual è il ruolo creativo della modella nell’opera? Attraverso le immagini, Alessandra Sanguinetti rinegozia i confini narrativi, integrando i cambiamenti e le evoluzioni della vita, come la gravidanza e la maternità delle giovani donne, nella loro autenticità nel corpus artistico.

Invitati a estendere questi dipinti collettivi che hanno avuto inizio 25 anni fa, Guillermina, Belinda e Alessandra hanno forse confuso la distinzione tra il pensatore e il realizzatore dell’immagine e il suo soggetto. Il progetto delle “Avventure di Guille e Belinda” non smette mai di evolversi. Questa serie, precedentemente esposta ad Arles nel 2006 e successivamente al BAL nel 2011, viene ora arricchita da 52 nuove immagini e 3 film, e viene presentata al pubblico della Fondazione Henri Cartier-Bresson fino al 19 maggio.

Over Time: Conversations about Documents and Dreams: 012
Over Time: Conversations about Documents and Dreams: 012
Sanguinetti, Alessandra (Autore)
16,99 EUR Amazon Prime

Il libro “Au fil du temps. Conversazioni su documenti e sogni”, pubblicato da Mack Books, raccoglie le interviste di Alessandra Sanguinetti. Questo volume bilingue francese/inglese (12,5 x 19,5 cm, 60 pagine, 17 €) offre un’ulteriore prospettiva sull’esperienza della mostra.

Informazioni pratiche

  • Alessandra Sanguinetti, Le avventure di Guille e Belinda
  • Dal 30 gennaio al 19 maggio 2024
  • Fondazione Henri Cartier Bresson
  • 79, rue des Archives 75003 Parigi
  • Dal martedì alla domenica, dalle 11:00 alle 19:00
  • Biglietto intero: 10 €, ridotto: 6 €
Alessio Fabrizi
Alessio Fabrizi
Alessio, fondatore di Fotografia Moderna dal lontano 2015 con l'obiettivo di creare una community unita di fotografi italiani. Cerco sempre notizie che possano interessare gli appassionati di fotografia, mi diverto a fare recensioni di attrezzature fotografiche e consigliare con guide all'acquisto le migliori alternative sul mercato. Iniziata come passione è diventato in poco tempo uno dei portali più cliccati d'Italia arrivando a raggiungere più di 1 milione di appassionati ogni anno finendo per essere un lavoro a tempo pieno dove ogni giorno impiego il mio tempo per cercare notizie o migliorare il sito.
ALTRI ARTICOLI

Lascia un commento

Scrivi qui il tuo commento
Aggiungi il tuo nome qui

ULTIMI ARTICOLI

LE MIGLIORI OFFERTE DEL GIORNO