HomeLezioni di FotografiaTecnica FotograficaChe cos'è il Bitrate e quanto è importante?

Che cos’è il Bitrate e quanto è importante?

Stiamo parlando di uno degli argomenti più importanti per quanto riguarda l’ambiente video che viene troppo spesso sottovalutato, proprio per questo motivo abbiamo deciso di scrivere quest’articolo, per far luce finalmente su questo mondo digitale che ha tante lacune.

“Il bitrate non è nient’altro che la quantità di informazioni digitali, ovvero i bit, trasferita in una determinata frazione di tempo.”

Semplice no? Dai scherziamo, ora andiamo ad analizzarla in maniera più approfondita ma veramente dalla definizione si definisce il tutto.

Che cos’è il Bitrate?

La sua unita di misura equivale ad un bit, e le varie grandezze utilizzate sono:

  • I Megabit (Mbps) : Milioni di bit per secondo
  • I Kilobit (Kbps): Migliaia di bit per secondo

Perché sono così importanti questi due numeri? Perché influiscono in maniera determinante sulla qualità finale del video e sopratutto della dimensione del singolo file. Logicamente, più dati vengono registrati, maggiore sarà la qualità e di conseguenza anche le dimensioni del file.

Ma non dobbiamo cadere nel tranello di pensare che più bitrate equivalgono ad una maggiore qualità automaticamente, non funziona proprio così, c’è da tenere in considerazione che all’aumentare del bitrate la differenza di qualità diventa sempre più marginale e meno considerevole.

Nelle grosse cifre, a valori già alti, le variazioni diventano sempre meno visibili.

Addirittura possono essere anche “un problema” per quanto riguarda i file in rete, se il bitrate è molto alto ci vorrà molto tempo per scaricare il video, infatti lo stesso Youtube (il social video per eccellenza) consiglia di non caricare i video personali con un bitrate alto per mantenere dimensioni e velocità adeguate.

Bitrate vs framerate

Vogliamo specificare una cosa, stiamo parlando di due argomenti differenti ma molto spesso sono confusi. Il bitrate equivale alla velocità di trasferimento di bit per il secondo, il framerate è il numero di frame che si catturano per ogni secondo.
Le ultime fotocamere permettono di impostare le diverse modalità di registrazione video, questo è un fattore molto importante visto che questo parametro equivale a modificare la percezione dell’immagine.

Ogni pixel è rappresentato da un numero totale di bit, se registriamo con parametri di risoluzione e framerate che superano il bitrate, la macchina fotografica applicherà una compressione del file. Di conseguenza, un lavoro inutile.

Vediamolo nello specifico con un po’ di numeri

Immaginiamo di avere una macchina fotografica che riprende in 4k a 60fps, impostiamola in risoluzione Full HD a 30fps. Ora proviamo a calcolare il numero di bit che bisogna trasferire in questi due casi.

  • Nella situazione con il 4K a 60fps: la risoluzione sarà di 4096×2160 moltiplicato per 60 (che sono le volte che i frame vengono registrati in un secondo) avremo un totale di 530841600 pixel.
  • Nella situazione del Full HD a 30 fps: la risoluzione è di 1920×1080 moltiplicata per 30 frame, avremo un totale di 62208000 pixel

Capite bene quindi di come spesso queste impostazioni siano soggette a ridimensionamenti o compressioni.

Bitrate consigliato

Entriamo nel tecnico in maniera dettagliata e iniziamo a dire che la macchina fotografica può registrare in tutti i bitrate che volete, ma se non avete un supporto adeguato che memorizzi la quantità di dati nella maniera più consona state facendo un lavoro nullo.

Provate a immaginare che la vostra fotocamera registri ad una velocità di 100 Mb al secondo ma la vostra memory card non supporta questa velocità, secondo voi il risultato sarà lo stesso? Assolutamente no. Ogni scheda SD ha il suo scopo e la sua velocità, non sono tutte uguali ed è proprio per questo motivo che esistono delle grosse differenze di prezzo.

Come vedere la velocità di una scheda SD? Dalla categoria segnalata, vi lasciamo qui sotto l’elenco corrispondente categoria/velocità delle varie memorie a seconda dei formati video.

Velocità delle schede SD per categoria
Velocità delle schede SD per categoria

Come controllare il bitrate in un video

Basta utilizzare VLC, si può scaricare gratuitamente.
Apriamo il video, andiamo su Strumenti > Informazioni Multimediali > Statistiche

Ora vi apparirà un grafico con due valori “Input” e “Read” che durante la visualizzazione del video vi dirà in diretta i bitrate. I valori cambiano logicamente perché a seconda della scena memorizzata ci saranno più o meno dati a disposizione.

Risorse: Un servizio online gratuito molto interessante, si chiama DrLex e permette di calcolare i bitrate

Qual è l’importanza del bitrate nella fotografia?

Il bitrate è un parametro fondamentale nella fotografia quando si tratta di registrare video o di comprimere immagini. La sua importanza è dovuta al fatto che determina quanti dati vengono registrati o memorizzati in un’unità di tempo. In altre parole, un bitrate elevato può catturare più dettagli e informazioni nell’immagine o nel video, migliorando la qualità. Un bitrate più elevato è particolarmente cruciale in situazioni in cui si desidera conservare la massima fedeltà dell’immagine o evitare la perdita di dettagli importanti.

Come influisce il bitrate sulla qualità dell’immagine?

Il bitrate influisce sulla qualità dell’immagine in modi diversi. In termini di immagini fisse, un bitrate maggiore consente di registrare più dettagli, sfumature di colore e toni. Di conseguenza, le immagini avranno una migliore nitidezza e fedeltà dei colori. In situazioni di registrazione video, un bitrate più elevato riduce l’effetto di pixelation o blocchi (compressione eccessiva) e può mantenere la qualità video anche durante scene ad alta azione o con molte sfumature di colore. Tuttavia, è importante notare che un bitrate troppo elevato potrebbe risultare in file di dimensioni molto grandi, il che può essere problematico per lo spazio di archiviazione.

Come posso controllare o regolare il bitrate?

Il controllo del bitrate può variare a seconda del dispositivo o del software utilizzato. Molti dispositivi di registrazione video e fotocamere avanzate offrono impostazioni personalizzabili per il bitrate. Questo consente agli utenti di selezionare il bitrate in base alle proprie esigenze. Inoltre, il bitrate può spesso essere regolato in applicazioni di post-produzione durante la fase di editing. Quando si modifica il bitrate, è importante trovare un equilibrio tra qualità e dimensione del file, in modo da ottenere risultati ottimali per uno scopo specifico.

Quali sono le differenze tra bitrate variabili e costanti?

Il bitrate variabile (VBR) e il bitrate costante (CBR) rappresentano due approcci diversi alla registrazione video o alla compressione delle immagini. Il CBR mantiene un bitrate costante durante l’intera registrazione, il che significa che la quantità di dati per unità di tempo rimane invariata. Il VBR, al contrario, consente al bitrate di variare a seconda delle esigenze del contenuto. Di solito, il VBR viene utilizzato per ottimizzare la qualità delle immagini, aumentando il bitrate nelle scene complesse e riducendolo nelle scene più semplici. La scelta tra CBR e VBR dipenderà dall’obiettivo, dalla qualità desiderata e dalle dimensioni del file.

Come il bitrate è correlato alla dimensione del file?

Il bitrate è strettamente correlato alle dimensioni del file. Un bitrate più alto registra o comprime più dati per unità di tempo, risultando in file di dimensioni maggiori. Al contrario, un bitrate più basso produce file di dimensioni più ridotte. Questo rapporto è lineare, il che significa che un aumento del bitrate comporterà un aumento delle dimensioni del file e viceversa. Quando si sceglie un bitrate, è essenziale trovare un equilibrio tra qualità e dimensione del file in base alle esigenze specifiche. Un bitrate troppo elevato può produrre file ingombranti, mentre un bitrate troppo basso potrebbe comportare una qualità inferiore. La regolazione del bitrate è fondamentale per ottenere risultati ottimali per la conservazione dell’immagine o la condivisione online.

Tutto chiaro ora? Se hai qualche domanda lasciala qui sotto nei commenti!

Alessio Fabrizi
Alessio Fabrizi
Alessio, fondatore di Fotografia Moderna dal lontano 2015 con l'obiettivo di creare una community unita di fotografi italiani. Cerco sempre notizie che possano interessare gli appassionati di fotografia, mi diverto a fare recensioni di attrezzature fotografiche e consigliare con guide all'acquisto le migliori alternative sul mercato. Iniziata come passione è diventato in poco tempo uno dei portali più cliccati d'Italia arrivando a raggiungere più di 1 milione di appassionati ogni anno finendo per essere un lavoro a tempo pieno dove ogni giorno impiego il mio tempo per cercare notizie o migliorare il sito.
ALTRI ARTICOLI

Lascia un commento

Scrivi qui il tuo commento
Aggiungi il tuo nome qui

ULTIMI ARTICOLI