Recensione HP Sprocket: Stampe in 50 secondi

Questa stampante fotografica ti consente di stampare le tue fotografie ovunque.

HP Sprocket recensione

La HP Sprocket è una delle stampanti portatili più piccole che ho mai visto. Se hai sempre desiderato stampare le foto del tuo smartphone ma con il sapore della stampa fotografica istantanea fisica, questo potrebbe essere il dispositivo che fa per te.

Tecnologia della HP Sprocket

Questa è una stampante che non utilizza inchiostro, nel senso di applicare liquidi o polvere alla carta, e non stampa su supporti più grandi di 2 x 3 pollici. La Sprocket di HP utilizza la tecnologia Zink, originariamente sviluppata da Polaroid e, dal 2005, dal suo spinoff, Zink Imaging inc.

La tecnologia utilizza carta rivestita con più strati di colorante trasparente nella produzione. Questi coloranti vengono attivati ​​nella stampante con impulsi di calore di diversa lunghezza e intensità da una testina di stampa termica. I coloranti diventano ciano, magenta e giallo, fornendo un’immagine a colori con un solo passaggio della carta attraverso la stampante.

Allora perché optare per questo livello di complicazione, quando abbiamo stampanti a getto d’inchiostro e laser che già fanno un ottimo lavoro su carta comune? L’eredità di Zink con la Polaroid dovrebbe dare un indizio: l’idea è per fotografie “istantanee” dai telefoni, senza l’ingombro o il disordine necessari anche per il getto d’inchiostro più compatto.

Dimensioni e Design

La Sprocket ha le dimensioni di una fotocamera compatta, ma senza gli obiettivi sulla parte anteriore. C’è un piccolo slot nella parte anteriore, da cui emergono le foto e sul retro una presa Micro USB per collegare il cavo in dotazione per ricaricare le batterie interne. Una singola carica dovrebbe essere valida per 30 stampe. Occorrono circa 90 minuti per ricaricare la stampante.

Metti dentro una confezione da 10 fogli di carta, connettiti alla stampante tramite Bluetooth, scarica l’app Sprocket da HP e sei a posto.

L’app è molto divertente e semplice da utilizzare, puoi mettere adesivi, cornici o effetti su tutte le tue foto prima della stampa, oltre a didascalie e altri strumenti di modifica che dovrebbero elevare i selfie del tuo smartphone al di sopra del loro solito standard.

Prestazioni

Una singola stampa da 2 x 3 pollici impiega poco meno di 50 secondi per uscire dalla Sprocket

Il punto in cui l’HP vince a mani basse su Fujifilm è quando si tratta di capacità dell’app. La stampante Fujifilm ha un’app piuttosto semplice, con alcuni filtri, adesivi e cornici carini che puoi inserire sulle tue stampe. Ho trovato l’editing delle immagini facile e mi è piaciuto aggiungere emoji e adesivi alle mie stampe. L’app utilizza anche la tecnologia AR per consentirti di scansionare foto stampate che poi ti faranno tornare indietro al giorno in cui hai scattato la foto, mettendo insieme video e foto in un album digitale.

I costi di stampa sono un po’ elevati. L’unico materiale di consumo è la carta e i prezzi per questa confezione da 10 e 20 fogli danno un costo di gestione di circa 50 centesimi per foto. Questo è molto di più rispetto alle tipiche stampe a getto d’inchiostro, che escono tra 10p e 20p. 

Conclusione

Una divertente stampante compatta che puoi portare con te ovunque. Certo stampe un po’ costose non la rendono proprio così versatile come la stampante Xiaomi portatile o come la Instax Mini Link ma è comunque un buon prodotto.

Miglior prezzo

Ho fondato Fotografia Moderna nell'estate del 2015 per dare una nuovo volto alla community di fotografi italiani. Iniziata come passione è diventato in poco tempo uno dei portali più cliccati d'Italia arrivando a raggiungere più di 1 milione di appassionati ogni anno. Cerco sempre notizie che possano interessare gli appassionati di fotografia, mi diverto a fare recensioni di attrezzature fotografiche, lezioni e consigliare con le guide all'acquisto alle migliori alternative sul mercato.

Lascia un commento

Scrivi qui il tuo commento
Aggiungi il tuo nome qui