HomeAttrezzatura FotograficaStampanti e ScannerSapevi che l'inchiostro della stampante è una truffa?

Sapevi che l’inchiostro della stampante è una truffa?

Quando cerchi una nuova stampante a getto d’inchiostro, potresti essere attratto dalle opzioni economiche di livello base che spesso emergono quando ordini in base al “prezzo più basso”. Tuttavia, è importante capire che questa scelta potrebbe non tradursi in un vero affare, anzi. Analogamente a come un venditore potrebbe offrirti una prima dose a basso costo per attirarti e poi aumentare il prezzo per le successive transazioni, i produttori di stampanti seguono una logica simile.

Potrebbero offrirti una stampante a un prezzo scontato iniziale, ma recuperano facilmente la differenza attraverso le cartucce d’inchiostro vendute a prezzi significativamente più alti. Questo schema permette loro di trarre profitto dalle vendite di inchiostro durante tutta la vita della stampante. In pratica, finisci per essere vincolato a pagare tariffe eccessivamente elevate per le cartucce d’inchiostro per tutto il tempo in cui utilizzi quella stampante, generando profitti considerevoli per le aziende di stampa.

Quindi, per assicurarti che non sia possibile spostare la tua attività altrove, è probabile che le cartucce originali di Canon ed Epson siano dotate di chip elettronici incorporati, che le associano alla tua stampante e impediscono l’uso di cartucce di terze parti più economiche.

Ma nonostante tutto ciò, almeno quando acquisti una di queste cartucce “ufficiali”, dovresti ricevere la quantità di inchiostro per cui stai pagando così tanto, giusto? Bene, sembra che anche questo non sia garantito. In una denuncia shock di Fstoppers, è stata smontata una cartuccia d’inchiostro per rivelare quanto inchiostro effettivamente contenesse.

La prima preoccupazione è che questa cartuccia utilizza un involucro in plastica nera opaca, che nasconde l’inchiostro (o la sua mancanza) all’interno. La quantità di inchiostro pubblicizzata per questa cartuccia specifica è di 11,9 millilitri. È già una quantità sorprendentemente bassa considerando il probabile costo della cartuccia, ma quando l’involucro è stato aperto, non è stato rilevato nemmeno una goccia di inchiostro. Al suo posto, tutto lo spazio interno era riempito da due pezzi di gommapiuma, ciascuno parzialmente coperto di inchiostro. Quando sono stati spremuti, da questa schiuma è fuoriuscita appena una goccia.

E non pensare che si trattasse di una di quelle cartucce “campione” incluse con la stampante, che contengono appena abbastanza inchiostro per far funzionare la stampante. No, questa era in realtà una cartuccia “XL” ad alta capacità.

Sapevamo già che l’inchiostro delle stampanti non era economico, ma ora sembra che sia anche una truffa palese. Quindi, ti preghiamo di non cadere nella trappola delle stampanti a getto d’inchiostro estremamente economiche. È meglio pagare un po’ in più inizialmente per una stampante a ricarica d’inchiostro con serbatoi ricaricabili, come l’Epson EcoTank 8550 o la Canon MegaTank G650.

Altri articoli:

Fotografia Moderna
Fotografia Moderna
Ho fondato Fotografia Moderna nell'estate del 2015 per dare una nuovo volto alla community di fotografi italiani. Iniziata come passione è diventato in poco tempo uno dei portali più cliccati d'Italia arrivando a raggiungere più di 1 milione di appassionati ogni anno. Cerco sempre notizie che possano interessare gli appassionati di fotografia, mi diverto a fare recensioni di attrezzature fotografiche, lezioni e consigliare con le guide all'acquisto alle migliori alternative sul mercato.
ALTRI ARTICOLI

Lascia un commento

Scrivi qui il tuo commento
Aggiungi il tuo nome qui

ULTIMI ARTICOLI

LE MIGLIORI OFFERTE DEL GIORNO