HomeLezioni di FotografiaCulturaCos'è un EVF? Spiegazione dei mirini elettronici

Cos’è un EVF? Spiegazione dei mirini elettronici

Un EVF (mirino elettronico) è un tipo di mirino che utilizza un piccolo schermo per visualizzare ciò che la fotocamera sta riprendendo. Gli EVF sono comunemente posizionati nella parte superiore delle fotocamere mirrorless, consentendo ai fotografi di avvicinare la fotocamera all’occhio per inquadrare e catturare un’immagine.

Gli EVF si differenziano dai mirini ottici tradizionalmente presenti nelle DSLR, che impiegano specchi e prismi per riflettere fedelmente l’immagine vista dalla fotocamera nell’occhio dell’utente. Inoltre, sono distinti dai mirini ottici delle fotocamere “inquadra e scatta”, che offrono un’idea approssimata dell’immagine finale attraverso un foro sopra l’obiettivo.

Al contrario di mostrare una riflessione o un’approssimazione, un mirino elettronico proietta una vera anteprima in tempo reale dell’immagine su uno schermo OLED o LCD. Di conseguenza, gli EVF presentano vantaggi e svantaggi rispetto ai mirini ottici tradizionali.

Qual è il vantaggio dell’EVF? 

Uno dei principali vantaggi nell’utilizzo di un EVF è la capacità di mostrare gli effetti delle impostazioni della fotocamera, come esposizione, bilanciamento del bianco e filtri, sull’immagine finale. Questo consente al fotografo di ottenere un’idea più precisa dell’immagine che sta catturando, anche se la prospettiva offerta dai mirini ottici è tecnicamente più fedele a ciò che l’utente vedrebbe nella realtà.

Inoltre, i mirini elettronici sono in grado di compensare la scarsa illuminazione, offrendo una visione più chiara del soggetto in ambienti bui.

Tuttavia, ci sono anche diversi svantaggi nell’utilizzo di un EVF, che possono variare a seconda del prezzo della fotocamera e della qualità del mirino.

In passato, gli EVF avevano frequenze di aggiornamento più lente, causando un ritardo tra ciò che l’obiettivo vedeva e ciò che veniva visualizzato sullo schermo. Questo era particolarmente problematico quando si fotografavano soggetti in rapido movimento, come automobili, sportivi o animali selvatici, in cui il tempismo era cruciale per catturare l’istantanea. Tuttavia, oggi molte fotocamere di fascia alta sono dotate di EVF che possono raggiungere frequenze di aggiornamento di 120 fps, riducendo notevolmente questo problema.

Un’altra sfida comune con i mirini elettronici è il consumo energetico più elevato rispetto ai mirini ottici. Questo può comportare una minore durata della batteria nelle fotocamere mirrorless rispetto alle DSLR, costringendo i fotografi a portare con sé batterie aggiuntive o a ricaricare più frequentemente.

Altri articoli:

Alessio Fabrizi
Alessio Fabrizi
Alessio, fondatore di Fotografia Moderna dal lontano 2015 con l'obiettivo di creare una community unita di fotografi italiani. Cerco sempre notizie che possano interessare gli appassionati di fotografia, mi diverto a fare recensioni di attrezzature fotografiche e consigliare con guide all'acquisto le migliori alternative sul mercato. Iniziata come passione è diventato in poco tempo uno dei portali più cliccati d'Italia arrivando a raggiungere più di 1 milione di appassionati ogni anno finendo per essere un lavoro a tempo pieno dove ogni giorno impiego il mio tempo per cercare notizie o migliorare il sito.
ALTRI ARTICOLI

Lascia un commento

Scrivi qui il tuo commento
Aggiungi il tuo nome qui

ULTIMI ARTICOLI