HomeLezioni di FotografiaCulturaCos'è l'effetto Moiré e come risolverlo?

Cos’è l’effetto Moiré e come risolverlo?

Molti fotografi hanno incontrato l’effetto moiré fotografando indumenti e altri oggetti con motivi fini, ma perché si verifica questo problema? In questa guida imparerai a riconoscere i motivi in anticipo e ad evitare l’effetto moiré durante la preparazione di uno scatto per poi ridurlo in post-produzione.

Che cos’è l’effetto Moirè?

L’effetto moiré nella fotografia si verifica quando nell’immagine compaiono linee, colori o punti ripetitivi, creando motivi indesiderati che danno molto fastidio alla vista.

Questi motivi moiré tendono a emergere quando si fotografano soggetti o oggetti con dettagli davvero molto fini. Si tratta di un problema relativamente nuovo, emerso con l’introduzione della tecnologia dei sensori di immagini digitali.

Quando si fotografa un oggetto con motivi fini, questi si combinano con i megapixel del sensore, generando un motivo moiré distorto sull’immagine. Questa distorsione, simile all’aliasing, avviene quando i due motivi entrano in conflitto tra loro.

Il problema può anche causare falsi colori, riducendo la qualità complessiva dell’immagine e creando motivi moiré colorati che ricordano l’aspetto dell’olio sull’acqua.

Quali sono le cause dell’effetto Moiré nella fotografia?

Le fotografie possono presentare motivi moiré e un’estetica distorta e granulosa per diversi motivi.

Fotografare schermi di computer e altri display elettronici spesso genera motivi moiré color arcobaleno, poiché il display entra in conflitto con il sensore della fotocamera.

Alcuni tipi di abbigliamento, in particolare quelli con motivi ripetitivi come linee e punti, sono noti per causare l’effetto moiré.

Anche altri soggetti, come le piume degli uccelli e le linee ravvicinate in alcune strutture architettoniche, possono creare motivi moiré.

Praticamente qualsiasi oggetto con uno schema sottile può generare interferenze a causa del sensore della fotocamera. Quando la griglia diritta del sensore si sovrappone a una griglia curva proveniente dai motivi dettagliati del soggetto, si verifica l’effetto moiré.

Come prevenire l’effetto moiré?

In realtà ci sono molte opzioni che si possono considerare per evitare l’effetto moiré durante le riprese o ridurlo tramite tecniche di post-produzione.

Per ogni scatto di prova, utilizza il display LCD o EVF della fotocamera per ingrandire l’immagine e valutare il livello di moiré. Se noti l’effetto, riprendi il soggetto da un’angolazione leggermente diversa per vedere se riesci a evitarlo.

Puoi anche provare ad avvicinarti fisicamente al soggetto e modificare leggermente la composizione per ridurre l’aliasing e il moiré.

Un’altra soluzione potenziale è sperimentare le impostazioni di apertura della fotocamera, aumentando l’F-stop tramite tentativi ed errori. Un’apertura più piccola di circa f/11 o superiore può risolvere il problema, poiché la diffrazione ammorbidisce l’immagine complessiva e riduce i motivi moiré.

Giocare con diverse lunghezze focali e testare un obiettivo diverso può anche aiutare a ottenere i migliori risultati combinando le impostazioni per le foto di prova.

I filtri anti-aliasing prevengono il moirè?

Uno dei metodi più efficaci per ridurre l’effetto moiré nelle fotografie è l’uso di un filtro anti-aliasing, noto anche come filtro passa-basso.

Questi filtri, presenti in alcune fotocamere digitali, sfocano leggermente l’immagine per ridurre la nitidezza complessiva dei motivi che causano l’effetto moiré. Riducendo la nitidezza dei pattern ad alta frequenza, l’aliasing prodotto viene minimizzato grazie all’elaborazione digitale interna alla fotocamera.

Come scoprire se la fotocamera ha un filtro anti-aliasing?

Sebbene molte fotocamere digitali mirrorless e DSLR di fascia alta includano un filtro anti-aliasing, non tutti i modelli dispongono di questa funzione.

Per verificare se la tua fotocamera include questa funzionalità, controlla le specifiche tecniche o contatta il produttore. Cerca la dicitura “filtro ottico passa-basso” nelle specifiche del modello della tua fotocamera.

Se non riesci a trovare queste informazioni online, puoi anche contattare direttamente il produttore e chiedere informazioni su questo filtro. Alcune fotocamere digitali permettono agli utenti di attivare o disattivare il filtro anti-aliasing, offrendo un controllo maggiore sui risultati dell’immagine.

Questa opzione può essere utile per perfezionare le impostazioni in vari scenari fotografici, consentendoti di migliorare ulteriormente la qualità delle tue immagini.

Come rimuovere l’effetto Moiré con Lightroom

Un metodo consiste nell’utilizzare il pennello di regolazione nel modulo Sviluppo e modificare la dimensione del pennello utilizzando il controllo del cursore moiré. Per iniziare, sposta il controllo moiré fino a 100, quindi regola la dimensione del pennello in base al grado dell’effetto sulla tua fotografia. Successivamente, applica il pennello alle aree interessate dell’immagine per ridurre l’effetto moiré a un livello soddisfacente.

Lightroom può anche ridurre l’effetto moiré attraverso le impostazioni di luminanza, regolando ombre e luci. Questo è particolarmente utile per affrontare un motivo moiré a colori. Combina questo metodo con l’uso degli strumenti di riduzione del rumore del colore del programma. Seleziona Riduzione rumore colore dalla scheda Sviluppo e utilizza il cursore per ridurre ed eliminare l’effetto moiré dalla tua fotografia.

Come rimuovere l’effetto Moiré con Photoshop

Inizia aprendo l’immagine in Photoshop e accedendo al filtro Camera Raw per visualizzare la finestra ACR del software. Usa lo strumento Pennello di regolazione per dipingere sulle aree con il motivo moiré e regola il cursore Riduzione moiré. Quando il motivo arcobaleno scompare, disattiva la maschera di sovrapposizione per visualizzare i risultati finali.

Se l’effetto persiste, puoi provare altre opzioni in Photoshop. Le modalità colore e i canali colore possono essere complicati, ma efficaci se usati correttamente.

Per rimuovere l’effetto moiré:

  1. Utilizza uno strumento di selezione, come il lazo magnetico, per selezionare le aree con il motivo moiré. Puoi anche utilizzare la modalità Maschera veloce.
  2. Usa lo strumento Contagocce per selezionare il colore corretto per l’immagine, evitando l’area affetta dal moiré.
  3. Crea un nuovo livello e riempilo con il colore di primo piano selezionato. Questo aiuterà a rimuovere alcuni dei motivi arcobaleno indesiderati.

Anche se questo processo ridurrà l’effetto arcobaleno, potrebbero rimanere elementi ondulati nell’immagine.

Per risolvere questi problemi:

  1. Crea un nuovo livello per l’area evidenziata e imposta la Modalità su Colore prima di riempire nuovamente l’immagine.
  2. Vai al menu Usa per i Contenuti e seleziona Bianco, quindi modifica la tonalità e la saturazione finché gli elementi del pattern indesiderati non vengono eliminati.

Rimuovere completamente l’effetto moiré può essere difficile, quindi preparati a dedicare tempo e pazienza mentre sperimenti con le impostazioni.

Inoltre, i filtri graduato e radiale di Photoshop includono la funzione di riduzione del moiré, quindi prova a usarli se i metodi sopra descritti non danno i risultati desiderati.

Alessio Fabrizi
Alessio Fabrizi
Alessio, fondatore di Fotografia Moderna dal lontano 2015 con l'obiettivo di creare una community unita di fotografi italiani. Cerco sempre notizie che possano interessare gli appassionati di fotografia, mi diverto a fare recensioni di attrezzature fotografiche e consigliare con guide all'acquisto le migliori alternative sul mercato. Iniziata come passione è diventato in poco tempo uno dei portali più cliccati d'Italia arrivando a raggiungere più di 1 milione di appassionati ogni anno finendo per essere un lavoro a tempo pieno dove ogni giorno impiego il mio tempo per cercare notizie o migliorare il sito.
ALTRI ARTICOLI

Lascia un commento

Scrivi qui il tuo commento
Aggiungi il tuo nome qui

ULTIMI ARTICOLI