HomeFotografiHoracio Coppola: L'avanguardia fotografica

Horacio Coppola: L’avanguardia fotografica

Horacio Coppola è stato un fotografo argentino nato a Buenos Aires il 31 luglio del 1906, da genitori italiani che arrivarono in Sud America alla fine del XIX secolo. Inizia a fotografare fin dalla tenera età sotto l’influenza del fratello maggiore Armando, che era fotografo. Coppola si dedica inizialmente al cinema, come regista. Dal 1927 torna alla fotografia applicando le lezioni e le esperienze cinematografiche che gli permettono una particolare gestione della luce.

Le sue immagini catturano l’evoluzione della città di Buenos Aires, il contrasto tra il vecchio e il nuovo che avanza. Alla fine degli anni ’20, viaggia in Europa (Germania, Francia, Spagna ed Italia). In Germania acquista una fotocamera Leica, che diventa il suo inseparabile strumento di lavoro, anche se non rinuncerà mai alle fotocamere di gran formato. Nel 1932 fa un secondo viaggio in Europa con l’intenzione di imparare la fotografia dai grandi maestri europei. Studia alla Bauhaus, fino alla chiusura da parte dei nazisti. A Berlino realizza il film sperimentale Traum (Dream, 1933), con il regista teatrale Walter Auerbach. Qui, incontra la sorella del regista, Ellen Auerbach e la sua amica Grete Stern, di cui si innamora. Le due donne avevano da poco aperto uno studio fotografico, chiamato Ringl e Pit.

In seguito al viaggio, Coppola inizia ad utilizzare le tecniche sperimentali apprese in Europa e la fotografia si trasforma in una vera e propria ricerca artistica. Nel 1940 sposa la fotografa tedesca Greta Stern e insieme aprono uno studio fotografico a Buenos Aires, che diventa un punto di riferimento per i fotografi di tutto il mondo.

Nel corso della sua carriera, Coppola ha lavorato come fotografo, curatore di mostre e insegnante di fotografia, e le sue opere sono state esposte in numerose mostre in tutto il mondo. Tra le sue opere più famose ci sono le fotografie di Buenos Aires, che documentano l’evoluzione della città negli anni ’30 e ’40. Coppola muore a Buenos Aires il 18 giugno del 2012, all’età di 105 anni.

Coppola è stato un fotografo che ha saputo cogliere la bellezza della quotidianità. In contrasto con la teoria del “momento decisivo” di Cartier-Bresson, Coppola creava immagini costruite e trasfigurate con una grande attenzione al soggetto. Il suo stile innovativo si basava sulla riscoperta della vita quotidiana attraverso una lente di stranezza e realismo.

Altri fotografi:

Alessio Fabrizi
Alessio Fabrizi
Alessio, fondatore di Fotografia Moderna dal lontano 2015 con l'obiettivo di creare una community unita di fotografi italiani. Cerco sempre notizie che possano interessare gli appassionati di fotografia, mi diverto a fare recensioni di attrezzature fotografiche e consigliare con guide all'acquisto le migliori alternative sul mercato. Iniziata come passione è diventato in poco tempo uno dei portali più cliccati d'Italia arrivando a raggiungere più di 1 milione di appassionati ogni anno finendo per essere un lavoro a tempo pieno dove ogni giorno impiego il mio tempo per cercare notizie o migliorare il sito.
ALTRI ARTICOLI
ULTIMI ARTICOLI