HomeAttrezzatura FotograficaMirrorlessPanasonic GH6 Recensione: Ha tutto e anche di più!

Panasonic GH6 Recensione: Ha tutto e anche di più!

La Panasonic Lumix GH6 è una mirrorless con sensore Micro Four Thirds di punta rivolta sia ai filmmaker che ai fotografi e le sue caratteristiche l’hanno resa una delle migliori mirrorless sul mercato in brevissimo tempo.

Successore delle fotocamere , GH5S, GH5 e GH5 II, troviamo una risoluzione fino a 5,7K 60p a 10 bit con registrazione illimitata e supporto Apple ProRes 422 HQ, un nuovissimo sensore da 25,2 megapixel senza filtro passa-basso e il l’ultimo motore Venus ad alta velocità e ad alte prestazioni con nuovi miglioramenti chiave che includono un sistema di messa a fuoco automatica con rilevamento del contrasto aggiornato con un nuovo algoritmo AF e 315 punti AF, gamma ISO estesa di 50-25600, doppia scheda CFexpress (tipo B) e slot per schede di memoria SD UHS-II V90, Dual IS migliorato (stabilizzatore d’immagine) ora vale una velocità dell’otturatore fino a 7,5 stop più lenta e modalità di scatto a raffica a 75 fps con una risoluzione massima di 25 megapixel (solo modalità AF-S).

In pratica una vera e propria potenza di fuoco, tanto che possiede anche una velocità massima dell’otturatore di 1/8000, velocità di sincronizzazione del flash di 1/250 di secondo, sistema di misurazione a 1.728 zone, mirino elettronico OLED da 3.680.000 punti con Frame rate di 120 fps, schermo LCD orientabile e inclinabile da 3 pollici da 1,84 M pixel, sistema di controllo touchscreen con funzioni basate sul tocco come Touch AF/AE e Touch Shutter, otturatore elettronico completamente silenzioso, supporto per la ricarica USB-C e 14 (AFS) ) / Scatto a raffica a 8 (AFC) fps. In pratica? Ha tutto.

Caratteristiche Panasonic GH6

La Panasonic Lumix GH6 misura 138,4 x 100,3 x 99,6 mm con un peso di 739 grammi ed è significativamente più grande e più pesante del modello GH5 II, dovuto in parte al dissipatore di calore e al meccanismo della ventola di raffreddamento forzato che Panasonic ha integrato nel design della GH6, che aiuta a fornire tempi di registrazione straordinariamente illimitati in ogni modalità video disponibile offerta dalla fotocamera.

Il corpo della GH6 è realizzato in lega di magnesio, con un telaio anteriore e posteriore completamente pressofuso. Ogni giunto, quadrante e pulsante è sigillato per garantire che il GH6 sia a prova di polvere e anche a prova di congelamento fino a -10 gradi per le temperature più estreme.

La fotocamera ha una durata di scatto di 200.000 scatti.

Il GH6 viene fornito solo con il corpo, con l’obiettivo Panasonic 12-60mm f3.5-5.6 o con l’eccellente obiettivo Leica 12-60mm f/2.8-4.0 con cui l’abbiamo recensito.

Nonostante le rapide aperture massime offerte, l’ottica Leica 12-60mm è ancora relativamente piccola e leggera e offre un’ottima qualità dell’immagine pur essendo veloce nella messa a fuoco e completamente silenziosa, perfetta per l’uso video.

Mentre i battery grip opzionali erano disponibili per i precedenti modelli GH5 e GH5 Mark II, Panasonic ha preso la decisione piuttosto strana di non realizzarne uno per il nuovo GH6. Quindi non c’è modo di alloggiare una batteria aggiuntiva per prolungare la durata complessiva della batteria o ingrandire la fotocamera per una migliore maneggevolezza con obiettivi più lunghi e pesanti.

Panasonic migliorato in modo significativo il sistema di stabilizzazione dell’immagine sulla GH6. Il sistema Dual IS incorpora un nuovo sensore giroscopico ad altissima precisione con un nuovo algoritmo per combinare la stabilizzazione a 2 assi dall’obiettivo (se ha OIS integrato) e la stabilizzazione a 5 assi dal corpo della fotocamera, con conseguente compensazione per fino a 7,5 stop di velocità dell’otturatore più lenta, che è sorprendentemente migliore di 1 stop rispetto alla già eccellente GH5 II.

A differenza di una fotocamera DSLR convenzionale, o addirittura delle più moderne fotocamere mirrorless rivali, che in genere utilizzano un sistema di messa a fuoco automatica a rilevamento di fase, la Panasonic Lumix GH6 continua a utilizzare un sistema AF basato sul rilevamento del contrasto, simile a quello più comunemente utilizzato dalle fotocamere compatte.

La Panasonic GH6 continua a utilizzare lo stesso sistema di messa a fuoco automatica basato sul contrasto DFD utilizzato da tutte le precedenti fotocamere della serie GH. Tuttavia, offre più aree AF, aumentate da 225 sulle precedenti fotocamere della serie GH5 a 315 punti AF sulla GH6. Anche Panasonic ha aggiornato i propri algoritmi AF per offrire prestazioni più veloci e pulsazioni meno visibili rispetto a prima.

È disponibile un’ampia gamma di modalità AF, tra cui Tracking, Full Area, Zone (Horz/Vert), Zone , 1-Area+, 1-Area e Pinpoint, con la possibilità di abilitare Human Detection, Face/Eye Detection e Algoritmi di messa a fuoco automatica Animal+Human Recognition per tutte le modalità AF tranne Pinpoint.

Sulla parte anteriore della Panasonic Lumix GH6 è presente una piccola spia di messa a fuoco assistita e autoscatto, pulsante di rilascio dell’obiettivo, due pulsanti funzione non contrassegnati personalizzabili, innesto dell’obiettivo in metallo e una presa di sincronizzazione del flash.

Troviamo anche un secondo pulsante aggiuntivo per la registrazione di filmati one-touch rifinito in un rosso vivace, perfetto per l’utilizzo con la fotocamera in orientamento verticale. Una conseguenza diretta dell’aumento delle dimensioni della GH6 è l’impugnatura scolpita e gommata che è ancora più profonda e quindi più piacevole da usare rispetto a quella delle fotocamere GH5. 

La maggior parte dell’esterno del GH6 è in plastica nera opaca, con l’impugnatura, il pannello frontale e gli scomparti di sinistra rifiniti con un rivestimento gommato più tattile.

Sulla parte superiore della Panasonic GH6 si trovano la ghiera modalità burst/bracketing/autoscatto/time-lapse sulla sinistra, flash esterno, microfoni stereo, ghiera della modalità di scatto bloccabile circondata dall’interruttore di accensione/spegnimento, pulsante di scatto, parte anteriore e ghiere di controllo posteriori, bilanciamento del bianco, ISO e pulsanti di compensazione dell’esposizione, pulsante informazioni audio e un grande pulsante di registrazione filmato one-touch rosso brillante. C’è anche un piccolo LED per indicare se il Wi-Fi è acceso o spento o se la ricarica USB è in funzione.

Sensibilità ISO e funzioni

La fila di pulsanti di bilanciamento del bianco, ISO e compensazione dell’esposizione rende estremamente facile l’accesso ai principali controlli dell’esposizione della fotocamera, mentre le manopole a doppio controllo rendono semplice l’utilizzo della modalità di scatto completamente manuale.

La gamma ISO nativa sia di GH5 II che di GH6 è 100-25.600, ma su GH6 può essere estesa fino a ISO 50 se necessario sia per foto che per video. 

La GH6 ha sia un otturatore meccanico tradizionale che un otturatore elettronico silenzioso, che oltre a non spaventare il soggetto assicura che sia completamente nitido evitando lo spostamento dei pixel. L’opzione Delay Shutter aiuta a rimuovere l’effetto del tremolio della mano rilasciando l’otturatore dopo un tempo specificato (8, 4, 2 o 1 secondo).

Il tempo di avvio dall’accensione della Lumix GH6 all’essere pronti a scattare una foto è incredibilmente rapido in meno di un secondo. Ci vuole circa 1/2 secondo per memorizzare un’immagine JPEG, permettendoti di continuare a scattare mentre vengono registrate sulla scheda di memoria – non c’è nessun oscuramento percettibile dell’LCD tra ogni immagine. La memorizzazione di una singola immagine RAW richiede circa 1 secondo e non blocca in alcun modo la fotocamera: puoi utilizzare il sistema di menu o scattare un’altra immagine mentre il primo file viene scritto in memoria.

La Panasonic Lumix GH6 ha una buona modalità di scatto continuo che consente di scattare 14 fotogrammi al secondo utilizzando l’otturatore meccanico con la messa a fuoco e l’esposizione bloccate al primo fotogramma o 8 fps molto più lenti con tracciamento AF a tempo pieno.

Può scattare ininterrottamente solo fino a 95 JPEG o 65 file RAW, rispetto ai 999 JPEG o 108 file RAW per GH5 II.

La GH6 offre anche una modalità a 75 fps che cattura il titolo con una risoluzione completa di 25 megapixel per un massimo di 200 immagini JPEG o Raw, ma questo è purtroppo limitato alla modalità AF-S solo utilizzando l’otturatore elettronico, quindi non è adatto alla fotografia sportiva e naturalistica.

La ghiera della modalità di scatto bloccabile sulla parte superiore della fotocamera ti consente di scegliere tra le diverse modalità di esposizione. La consueta selezione di Programma, Priorità apertura, Priorità otturatore e Manuale è disponibile per i fotografi più esperti.

Inoltre ci sono 4 modalità personalizzate, contrassegnate C1, C2, C3 e C4, che ti consentono di configurare le tue impostazioni preferite e accedervi rapidamente, Intelligent Auto per gli utenti meno esperti e la modalità Creative Movie che fornisce l’accesso a tutte le ampie funzioni della fotocamera gamma di opzioni video.

Riprese video

La gamma di 8 diversi effetti filtro della Panasonic Lumix GH6, contrassegnati dalla tavolozza di un artista sulla ghiera della modalità di scatto della GH5, è ora accessibile solo tramite il sistema di menu principale (di fatto sostituito dalla modalità C4). Ci sono anche 15 diversi stili fotografici personalizzabili che consentono comunque il pieno controllo delle impostazioni della fotocamera.

La modalità di ripresa Creative Movie, accessibile tramite il selettore di modalità sulla parte superiore di GH6, consente di impostare manualmente la velocità dell’otturatore, l’apertura o entrambe le impostazioni durante la registrazione (è disponibile anche un’opzione Programma). 

Il modello Panasonic GH6 alza la posta fornendo la registrazione video interna 5.7K 30p disponibile in ProRes 422 HQ e ProRes 422 per la prima volta nella serie LUMIX.

Offre inoltre la registrazione interna Cinema 4K 60p 4:2:2 a 10 bit e l’uscita simultanea in Cinema 4K 60p 4:2:2 a 10 bit su HDMI.

Altri miglioramenti includono le opzioni 4:2:0 10 bit 4K 120p (equivalente a rallentatore 5x) e 4:2:2 10 bit FHD 240p HFR (High Frame Rate), più 5.7K 4:2:0 10 bit 60p/ 50p e 5.8K 30p/25p/24p 4:2:0 Modalità 4:3 anamorfiche a 10 bit registrate utilizzando l’intera area del sensore.

La LUMIX GH6 contiene anche V-Log/V-Gamut per la prima volta nella linea di fotocamere LUMIX G Series Micro Four Thirds che offre oltre 12 stop di ampia gamma dinamica, e c’è una nuovissima modalità Dynamic Range Boost che la espande a 13+ stop.

Il GH6 utilizza l’intera area del sensore per registrare, quindi esegue il downsampling all’interno della fotocamera, il che significa che l’inquadratura non verrà ritagliata durante la composizione.

Lo streaming live è forse la caratteristica più importante che è stata rimossa dal nuovo GH6. Il GH5 M2 è in grado di eseguire lo streaming live wireless in 1080/60p a 16 Mbps tramite l’app per smartphone LUMIX Sync o collegandosi direttamente a un router Wi-Fi, ma il GH6 piuttosto sorprendentemente non lo supporta affatto. Forse verrà aggiunto in un futuro aggiornamento del firmware.

Schermo e mirino

Sul retro della Lumix GH6 c’è esattamente lo stesso schermo LCD da 3 pollici con copertura della scena al 100% e risoluzione di 1.840.000 punti che si trova sulla GH5 II. 

Lo schermo da 1.840.000 pixel offre una gamma di colori e una luminosità più ampie, migliorate del 150% rispetto all’originale GH5.

La funzione Auto Power LCD rileva automaticamente le condizioni di illuminazione correnti e aumenta la retroilluminazione LCD fino al 40% durante le riprese all’aperto in pieno sole, contribuendo a mantenere lo schermo visibile. Il pratico indicatore di livello indica le due direzioni di inclinazione orizzontale e inclinazione anteriore/posteriore.

La Panasonic GH6 ha esattamente lo stesso mirino elettronico della GH5 II. L’unità OLED ha un grande ingrandimento di 1,52x con campo visivo del 100%, rapporto di contrasto 1000:1 e risoluzione di 3.680.000 punti, risultando in uno dei migliori EVF che abbiamo utilizzato. L’EVF (e anche lo schermo LCD principale) funziona a una velocità nativa fino a 120 fps, due volte più veloce dell’originale GH5, il che aiuta a renderlo privo di sfarfallio.

Miglior prezzo

Panasonic LUMIX DC-GH6, Fotocamera Mirrorless con Sensore MOS 4/3 25.2 MP, 5.7k Apple Pro Res Senza Limiti Registrazione, Video C4K/4K 4:2:2 10-bit, Doppio Stabilizzatore 5-assi, Corpo
  • LUMIX GH6 propone registrazione video interne a 5.7K 30p disponibile in Apple ProRes 422 HQ & 422 per la prima volta nella serie LUMIX utilizzando una scheda CFexpress tipo B, che consente l'editing non lineare senza transcodifica
  • Con riprese 5.7K 4:2:0 10-bit 60p/50p e 5.8K 30p/25p/24p 4:2:0 10-bit in modalità anamorfica 4:3 che utilizzano l'intera area del sensore, LUMIX GH6 offre un'alta risoluzione e alto bit-rate restituendo un'altissima qualità di immagine e versatilità, incontrando le necessità di ogni produzione video, televisiva e cinematografica
  • LUMIX GH6 è anche in grado di raggiungere i 4:2:2 10-bit Cinema 4K 60p con registrazione interna e allo stesso tempo permette di registrare esternamente in 4:2:2 10-bit Cinema 4K 60p via HDMI
  • Registrazione video 4:2:0 10-bit 4K 120p (equivalente slow motion 5x) e 4:2:2 10bit in FHD 240p HFR (High Frame Rate) con registrazione audio per ampliare le possibilità creative; fHD max 300fps (equivalente slow motion 12.5x) VFR (Variable Frame Rate) permettono riprese dinamiche dei soggetti
  • LUMIX GH6 offre la registrazione illimitate per tutte le modalità di ripresa grazie ad un ottimo sistema dissipazione del calore e ad una ventola interna di raffreddamento

Conclusione

La Panasonic Lumix GH6 offre praticamente tutto ciò che un aspirante filmmaker può desiderare, offrendo ogni combinazione immaginabile di impostazioni con registrazione illimitata grazie all’integrazione di un dissipatore di calore e una ventola.

L’unica caratteristica cosiddetta “mancante” è la registrazione 8K, qualcosa che ora offrono diversi rivali full frame, ma penso che la registrazione 5.7K/60p e 4K/120p e le altre opzioni compensino ampiamente questo .

Un focus così chiaro sulla realizzazione di filmati non significa che la GH6 sia meno accomodante per i fotografi. Con un nuovissimo sensore da 25 megapixel che finalmente infrange la barriera dei 20 megapixel e riprese manuali ad alta risoluzione da 100 megapixel, Panasonic chiaramente non ha dimenticato lo sparatutto.

Recensioni di altre Panasonic:

Alessio Fabrizi
Alessio Fabrizi
Alessio, fondatore di Fotografia Moderna dal lontano 2015 con l'obiettivo di creare una community unita di fotografi italiani. Cerco sempre notizie che possano interessare gli appassionati di fotografia, mi diverto a fare recensioni di attrezzature fotografiche e consigliare con guide all'acquisto le migliori alternative sul mercato. Iniziata come passione è diventato in poco tempo uno dei portali più cliccati d'Italia arrivando a raggiungere più di 1 milione di appassionati ogni anno finendo per essere un lavoro a tempo pieno dove ogni giorno impiego il mio tempo per cercare notizie o migliorare il sito.
ALTRI ARTICOLI

Lascia un commento

Scrivi qui il tuo commento
Aggiungi il tuo nome qui

ULTIMI ARTICOLI

LE MIGLIORI OFFERTE DEL GIORNO