HomeLezioni di FotografiaCulturaCome recuperare foto da un pc che non si accende

Come recuperare foto da un pc che non si accende

Avere un computer che non si accende può diventare davvero frustante, ma non tanto per tutti i programmi che utilizziamo per la post produzione che non possiamo utilizzare ma per la paura di perdere tutte le foto che abbiamo sul computer se non abbiamo fatto correttamente i backup nel tempo. Il disco rigido di un computer si può sempre danneggiare o guastare, anche se pensiamo sempre che non succederà mai a noi, purtroppo avviene.

Recuperare le foto da un pc che non si accende se non si conosce bene il mondo del computer non è proprio semplice, anzi, devo essere sincero è molto complicato, per questo ti consiglio se non sei “abbastanza tecnico” di rivolgerti a qualcuno che lo fa di professione e non rischiare di peggiorare la situazione rovinando ulteriormente il tuo HD.

Personalmente a Roma conosco Hardware Effect, lavorano molto bene e sono riusciti più volte a sistemare i computer di alcuni colleghi che avevano dato per perse tutte le loro fotografie, si trovano a Via Delle Petunie 59 e hanno dei prezzi molto convenienti per i loro servizi. Quindi ti ripeto ancora una volta prima di farti fare danni irreparabili, se non sei un esperto di computer, affidati a chi lo fa di professione!

Avvio da un’unità USB

Questa operazione se non sei un esperto può cancellare definitivamente le fotografie dal tuo computer, quindi, non improvvisarti tecnico!

Ti specifico subito che non è come recuperare le foto cancellate da un USB ma hai un problema ben più grave, ovvero il tuo computer non si accende e non hai nessun modo di poter utilizzare dei programmi trovati in rete.

È possibile che l’hardware del tuo computer sia ancora in buone condizioni, ma non riesca ad avviare Windows. Forse il bootloader è danneggiato, o forse i problemi del driver ti stanno dando una schermata nera piuttosto che il familiare desktop di Windows. Se il computer funziona puoi usarlo per avviarlo in un ambiente diverso che può accedere ai tuoi dati.

Se stai utilizzando un PC Windows, puoi creare un’unità USB avviabile con Windows per sfogliare il tuo disco rigido. Prendi un altro PC e una pennetta USB con almeno 16 GB di spazio. Vai allo strumento di creazione multimediale di Microsoft e scarica il supporto di installazione. Gli utenti di Windows 10 dovrebbero andare qui, mentre gli utenti di Windows 11 possono andare qui.

Esegui il file .exe scaricato e seleziona Crea supporto di installazione , quindi scegli il file ISO quando richiesto e salva il file sull’unità.

Selezionare l’unità USB in Dispositivo , l’ISO di Windows in Selezione avvio e Windows To Go in Opzione immagine . Fare clic su Start e attendere il completamento del processo. 

Al termine, riavvia il computer. Nella schermata di avvio, premi un tasto sulla tastiera per accedere al menu di avvio, di solito ti dirà quale tasto sullo schermo. Ad esempio, sul mio computer, devo premere F11 nella schermata di avvio per accedere al menu di avvio, da cui posso scegliere la mia unità USB per l’avvio nel suo ambiente Windows. 

Se ciò non funziona, puoi anche accedere alla configurazione del BIOS , di solito premendo Elimina o F2. Cerca la sezione “Ordine di avvio”, in cui puoi spostare l’unità USB in cima all’elenco. Se tutto va bene, il tuo computer ti avvierà in un nuovo ambiente Windows da quell’unità USB.

Rimuovi il disco rigido e collegalo ad un altro computer

Ti voglio ricordare ancora una volta che recuperare le foto cancellate se non sei un tecnico è abbastanza pericoloso perché rischi di compromettere definitivamente la situazione!

Se il tuo computer non si accende affatto, non sarai in grado di eseguire l’avvio da un’unità USB come descritto sopra. Tuttavia, puoi rimuovere il disco rigido dal computer e collegarlo a un’altra macchina funzionante per accedere ai tuoi dati. Per fare ciò, avrai bisogno di un cavo da SATA a USB, docking station, o custodia per disco rigido esterno e un cacciavite.

Con l’unità rimossa, collegala all’adattatore USB e collegalo alla porta USB di un computer funzionante. Con un po’ di fortuna, l’unità dovrebbe apparire in Esplora file o Finder se il problema riguardava solo l’alimentatore del computer.

Puoi quindi selezionare i file di cui hai bisogno e trascinarli su un’unità esterna per fare il backup. Una volta eseguito il backup in modo sicuro, puoi procedere alla riparazione o alla sostituzione del computer e trascinare indietro quei file quando è di nuovo attivo e funzionante.

Capisci ora quanto è importante fare sempre il backup delle tue foto?

È possibile clonare il disco rigido, creare un file immagine, configurare un’unità di ripristino o creare un backup utilizzando Time Machine. Esistono talmente tanti di quei modi per evitare di perdere le foto che rischiare ogni volta al giorno d’oggi mi sembra ridicolo!

Alessio Fabrizi
Alessio Fabrizi
Alessio, fondatore di Fotografia Moderna dal lontano 2015 con l'obiettivo di creare una community unita di fotografi italiani. Cerco sempre notizie che possano interessare gli appassionati di fotografia, mi diverto a fare recensioni di attrezzature fotografiche e consigliare con guide all'acquisto le migliori alternative sul mercato. Iniziata come passione è diventato in poco tempo uno dei portali più cliccati d'Italia arrivando a raggiungere più di 1 milione di appassionati ogni anno finendo per essere un lavoro a tempo pieno dove ogni giorno impiego il mio tempo per cercare notizie o migliorare il sito.
ALTRI ARTICOLI

ULTIMI ARTICOLI

LE MIGLIORI OFFERTE DEL GIORNO