3 Cose da Evitare nella Food Photography

I 3 errori principali sull'illuminazione che non devi fare nella food photography.

Evitare nella Food Photography

l cibo è una parte fondamentale della sopravvivenza. La prima cosa che facciamo dopo essere nati è mangiare. Il cervello umano conosce il cibo a livello primordiale e istintivo. Il nostro cervello rifiuta automaticamente o mette in discussione immagini di cibo che non sembrano reali. Ma nella Food Photography l’obiettivo è di far venire letteralmente l’acquolina in bocca allo spettatore. Raggiungere questo obiettivo ha meno a che fare con la tua attrezzatura e più con la comprensione da parte del fotografo di come si comporta il cibo, della luce e di prestare molta attenzione alle atmosfere.

Quindi, torniamo alle origini. Abbiamo visto quali sono i consigli per la Food Photography ecco tre cose da evitare quando si fotografa il cibo.

Smetti di illuminare frontalmente il tuo soggetto

Uno dei più grandi errori che i fotografi commettono quando fotografano il cibo è usare l’illuminazione frontale. Con la food photography, hai bisogno di ombre per aggiungere profondità alle tue immagini. Tutto ciò che farà è far sembrare il cibo falso e lo spettatore non risponderà favorevolmente. Anzi, un consiglio, sottoesponi le tue immagini durante le riprese. Questo aiuta a preservare le ombre necessarie che tirerai su in Lightroom se scatti in formato RAW.

Smetti di usare più luci

Se vuoi un’unica fonte di luce, posizionata ovunque tra le 9 e le 3 e con un angolo da 0 a 45 gradi rispetto al cibo. Se studi la figura, hai un vantaggio perché comprendi già molte delle basi dell’illuminazione direzionale a sorgente singola. Riprendere il cibo in questo modo creerà profondità, riflessi speculari che segnalano al cervello che il cibo è interessante replicando la stessa illuminazione del sole nel cielo.

Invece di usare una luce di riempimento, fai un fondale bianco. Anzi, se puoi utilizza 3 pannelli mischiando sia un fondo nero che uno bianco per dare maggior contrasto.

Ti può essere d’aiuto: 24 Schemi per illuminare i primi piani correttamente

Smetti di schiarire e bruciare le tue immagini

Schiarire e bruciare le tue foto in post aggiunge un aspetto falso alle immagini che il cervello non può accettare. Se non conosci Lightroom o ti sei sempre affidato a Dodge and Burn, bastano poche modifiche per aggiungere profondità e dimensione alle tue immagini di cibo molto meno drastiche.

Inizia sollevando le ombre e il bianco. Quindi rilascia i punti neri. Di quanto dipende dal posizionamento e dall’angolazione della sorgente luminosa. Una volta fatto, aggiungi un po ‘di chiarezza e consistenza, ma non esagerare. Puoi aggiungere una leggera curva a S nell’area della curva dei toni, giocare con i cursori HSL e aggiungere un po’ di blu alle ombre e di giallo alle luci nel pannello Color Grading.

Non dimenticare di applicare le correzioni lente per dare quella vignettatura molto apprezzata!

Altri articoli che ti potrebbero interessare:

Ho fondato Fotografia Moderna nell'estate del 2015 per dare una nuovo volto alla community di fotografi italiani. Iniziata come passione è diventato in poco tempo uno dei portali più cliccati d'Italia arrivando a raccogliere più di 1 Milione di visitatori nel 2019 e quasi 2 Milioni di utenti nel 2020. Cerco sempre notizie che possano interessare gli appassionati di fotografia, mi diverto a fare recensioni di attrezzature fotografiche, lezioni e consigliare con le guide all'acquisto alle migliori alternative sul mercato.

Lascia un commento

Scrivi qui il tuo commento
Aggiungi il tuo nome qui