HomeFotografiHelen Levitt: Pioniera della Street Photography

Helen Levitt: Pioniera della Street Photography

Helen Levitt è una figura di grande importanza nella storia della fotografia americana, celebre per le sue immagini spontanee dei quartieri popolari di New York e per essere stata una pioniera della Street Photography e della fotografia a colori. Nata nel quartiere di Bensonhurst, Brooklyn, da una famiglia di immigrati ebrei russi nel 1913, inizia la sua carriera come assistente di un fotografo commerciale specializzandosi nello sviluppo in camera oscura. Con lo stipendio di sei dollari alla settimana compra la sua prima macchina fotografica, una Voigtlander usata, e inizia a fotografare per le strade della città con una Leica 35mm, influenzata dalle pubblicazioni di Ben Shahn e di Henri Cartier-Bresson.

L’incontro con il fotografo Walker Evans, per il quale lavora come assistente e stampatrice nel 1937, segna l’inizio della carriera della fotografa. Grazie ad Evans, entra in contatto con lo scrittore James Agee, che scrive il testo del suo libro, intitolato A Way of Seeing (pubblicato solo dopo la morte di Agee, nel 1965). Nel 1940, il Museum of Modern Art di New York include il suo lavoro nella mostra inaugurale del dipartimento di fotografia del museo, solo pochi anni dopo che Levitt aveva iniziato a fotografare. Nel 1943, inaugura la sua prima mostra personale intitolata Helen Levitt: “Photographs of Children”, presso il MOMA, curata da Edward Steichen.

Helen Levitt
Helen Levitt
18,99 EUR Amazon Prime
In offerta
Helen Levitt: New York
Helen Levitt: New York
Zamir, Shamoon (Autore)
16,00 EUR −14% 13,69 EUR Amazon Prime

La sua amicizia con Agee la porta a lavorare nel mondo del cinema. Nel 1948, è direttrice della fotografia e sceneggiatrice del documentario “The Quiet One”, diretto da Sidney Meyers, che racconta la storia di un ragazzo afroamericano emotivamente disturbato, per cui riceve la candidatura agli Oscar come migliore sceneggiatura originale, insieme a Janice Loeb e Sidney Meyers. Pochi anni dopo gira un cortometraggio sulla Harlem spagnola di New York, intitolato “In the Street”. Nel 1955, fa parte della grande mostra di Edward Steichen: “The Family of Man”.

Levitt è stata anche una delle prime fotografe a lavorare a colori e, nel 1959 e nel 1960, vince la prestigiosa borsa di studio della Fondazione Guggenheim. Purtroppo, gran parte delle sue immagini a colori è andata persa durante un furto nel suo appartamento nel 1970. Le poche foto rimaste e alcuni scatti degli anni successivi sono stati raccolti nel libro Slide Show: The Color Photographs of Helen Levitt.

Nel 1974, le diapositive a colori sono state mostrate in una proiezione al Museum of Modern Art, rappresentando una delle prime mostre di foto a colori in un museo d’arte. Nel corso della sua carriera, Levitt ha pubblicato altri libri fotografici, come In the Street: Chalk Drawings and Messages, New York City, 1938-48 (1987) e Mexico City (1997).

Lo stile di Helen Levitt

Nel corso della sua lunga carriera, Helen Levitt ha creato immagini spontanee dei quartieri popolari di New York, diventando una delle pioniere della Street Photography e della fotografia a colori. Il suo lavoro è stato di grande importanza nella storia della fotografia, influenzando numerosi altri fotografi.

Levitt ha iniziato la sua carriera come assistente di un fotografo commerciale di ritratto nel Bronx, dove si è specializzata nello sviluppo in camera oscura. Con il suo primo stipendio, ha acquistato una Voigtlander usata e iniziato a fotografare per le strade di New York con una Leica 35mm, influenzata dalle pubblicazioni di Ben Shahn e Henri Cartier-Bresson. Il suo lavoro è stato immediatamente notato e il Museum of Modern Art ha incluso le sue fotografie nella mostra inaugurale del dipartimento di fotografia del museo nel 1940.

Nel 1943, Levitt ha inaugurato la sua prima mostra personale al MOMA, intitolata Helen Levitt: “Photographs of Children”. La mostra è stata curata da Edward Steichen e ha rappresentato un momento di grande importanza nella carriera della fotografa americana.

In offerta
One, Two, Three, More
One, Two, Three, More
Levitt, Helen (Autore)
45,00 EUR −7% 41,68 EUR
Helen Levitt
Helen Levitt
13,90 EUR Amazon Prime

L’amicizia con lo scrittore James Agee ha portato Helen Levitt a lavorare nel mondo del cinema. Nel 1948, è stata direttrice della fotografia e sceneggiatrice del documentario “The Quiet One”, diretto da Sidney Meyers. Per questo lavoro, Levitt ha ricevuto la candidatura agli Oscar come migliore sceneggiatura originale, insieme a Janice Loeb e Sidney Meyers. Pochi anni dopo, ha girato un cortometraggio sulla Harlem spagnola di New York, intitolato “In the Street”.

Helen Levitt è stata anche una pioniera della fotografia a colori. Nel 1959 e nel 1960, ha vinto la prestigiosa borsa di studio della Fondazione Guggenheim per il suo lavoro sulla fotografia a colori. Purtroppo, gran parte delle sue immagini a colori sono andate perse durante un furto nel suo appartamento nel 1970. Tuttavia, le poche foto rimaste e alcuni scatti degli anni successivi sono stati raccolti nel libro “Slide Show: The Color Photographs of Helen Levitt”.

Nel corso della sua carriera, Helen Levitt ha pubblicato altri libri fotografici, come “In the Street: Chalk Drawings and Messages, New York City, 1938-48” nel 1987 e “Mexico City” nel 1997. Nel 1991, il San Francisco Museum of Modern Art ha ospitato la prima retrospettiva del suo lavoro e nel 1997 ha ricevuto il Master of Photography Infinity Award dell’ICP.

Helen Levitt è morta nel 2009, all’età di 95 anni, nel suo appartamento di New York, dove aveva vissuto per decenni con il suo compagno di vecchia data: il suo gatto Binky. La sua eredità è rimasta forte e il suo lavoro è stato esposto in numerose mostre e collezioni in tutto il mondo.

Alessio Fabrizi
Alessio Fabrizi
Alessio, fondatore di Fotografia Moderna dal lontano 2015 con l'obiettivo di creare una community unita di fotografi italiani. Cerco sempre notizie che possano interessare gli appassionati di fotografia, mi diverto a fare recensioni di attrezzature fotografiche e consigliare con guide all'acquisto le migliori alternative sul mercato. Iniziata come passione è diventato in poco tempo uno dei portali più cliccati d'Italia arrivando a raggiungere più di 1 milione di appassionati ogni anno finendo per essere un lavoro a tempo pieno dove ogni giorno impiego il mio tempo per cercare notizie o migliorare il sito.
ALTRI ARTICOLI

Lascia un commento

Scrivi qui il tuo commento
Aggiungi il tuo nome qui

ULTIMI ARTICOLI

LE MIGLIORI OFFERTE DEL GIORNO