HomeLezioni di FotografiaFormati FileDifferenze tra JPG vs PNG: Guida per principianti

Differenze tra JPG vs PNG: Guida per principianti

Non sai qual è la differenza tra JPEG e PNG? Hai paura di scegliere un formato sbagliato e ritrovarti con modifiche di bassa qualità e stampe imprecise? Non vuoi riempire lo spazio di archiviazione del tuo harddisk più del dovuto o non vuoi caricare foto pesanti sul tuo sito web? Ecco tutto questo può essere facilmente evitato se si conoscono le differenze tra i due formati dei file.

In questo articolo scopriai quale formato utilizzare per la modifica, la stampa, l’archiviazione, la condivisione online e la creazione di progetti fotografici.

Che cos’è il formato file JPEG?

Il formato JPEG è il formato compresso standard nella fotografia digitale grazie al suo equilibrio tra le dimensioni del file e la qualità dell’immagine. Questa è l’abbreviazione di Joint Photographic Expert Group, il team che ha progettato questo formato d’immagine.

Le fotocamere di solito utilizzano questo formato perché consente di ridurre i dati, in modo che la dimensione di un file non sia eccessiva e funzioni più velocemente su tutti i dispositivi

JPG utilizza sempre compressioni con perdita, significa che riducendo al minimo le dimensioni di un file si lavora con la qualità di un’immagine è rovinata. I formati Mind, JPG e JPEG sono praticamente gli stessi. L’unica differenza tra loro è che sono stati creati per diverse versioni di Windows.

Per approfondire leggi: Jpg o Jpeg: Ecco quali sono le differenze

Che cos’è il formato di file PNG?

PNG consente di salvare senza perdita eccessiva di qualità, è un formato adatto per immagini web, loghi, grafici e immagini che hanno una trasparenza.

PNG non è adatto a chi ha bisogno di archiviare molti file di alta qualità perché memorizza più informazioni e le immagini in questo formato occupano molto più spazio. È stato creato per salvare la grafica e ottimizzare le immagini per l’uso web.

Evita di usarlo per le foto che devi stampare anche perché non supporta lo spazio colore non RGB, come CMYK.

Qual è la differenza tra JPEG e PNG?

Di seguito, troverai informazioni sulla differenza tra i file JPEG e PNG per sfruttare al meglio i loro punti di forza e di debolezza.

Livello di compressione

La compressione senza perdita di dati consente di comprimere i file senza perdita di qualità, ovvero puoi rimpicciolire il tuo file preservando la qualità originale. 

Tali formati di file codificano tutte le informazioni dalla variante iniziale di un file. Quando un file viene nuovamente decompresso, la variante ottenuta non presenterà discrepanze rispetto al campione iniziale. 

Per l’appunto, se alcuni dati vengono persi durante la compressione, si tratta di una compressione con perdita e sarà impossibile ripristinare la qualità originale del file perché elimina le informazioni non necessarie che non contribuiscono alla visualizzazione generale di una foto. Quando salvi i file in formato JPEG, la loro qualità diminuisce.

I formati non compressi occupano la maggior parte dello spazio su disco, ma ci mostrano la visualizzazione più esatta dell’immagine, come per esempio il formato RAW.

Per approfondire: Raw o Jpeg: Le Differenze

Dimensione del file

La differenza più importante tra i file JPG e PNG è che questi ultimi contengono più informazioni, il che si traduce in una dimensione maggiore e una qualità superiore. Sono più grandi dei file JPEG e GIF, il che potrebbe influire sul tempo di caricamento delle tue pagine web.

Trasparenza

Il formato JPG non supporta la trasparenza e per alcuni casi questo criterio è piuttosto importante. È così quando un fotografo lavora con programmi di ritocco fotografico e desidera separare gli oggetti dallo sfondo. Il formato PNG mantiene la trasparenza.

Modalità colore

Il sistema CMYK viene creato e utilizzato per la stampa tipografica. La sigla indica i nomi dei colori base che vengono utilizzati per la stampa in quadricromia: Ciano, Magenta e Giallo.

Quando si prepara un’immagine per la stampa, è necessario passare dal modello di colore RGB additivo (“pieghevole”) al modello di colore CMYK sottrattivo. Il formato PNG è meno adatto per preparare i file per la stampa poiché non supporta le modalità CMYK. Questo formato è stato creato principalmente per ottimizzare le immagini per l’uso web. Per quanto riguarda JPEG, supporta sRGB .

Memorizzazione dati exif

Un’altra differenza tra i formati JPEG e PNG è che quest’ultimo non consente di salvare i dati EXIF ​​registrati dalle fotocamere digitali. A differenza di loro, i file JPEG supportano questi dati. Quando visualizzi le informazioni su tali file, vedrai la velocità dell’otturatore e la lunghezza focale utilizzate da un fotografo per scattare una foto.

Altri articoli sui formati dei file:

Alessio Fabrizi
Alessio Fabrizi
Alessio, fondatore di Fotografia Moderna dal lontano 2015 con l'obiettivo di creare una community unita di fotografi italiani. Cerco sempre notizie che possano interessare gli appassionati di fotografia, mi diverto a fare recensioni di attrezzature fotografiche e consigliare con guide all'acquisto le migliori alternative sul mercato. Iniziata come passione è diventato in poco tempo uno dei portali più cliccati d'Italia arrivando a raggiungere più di 1 milione di appassionati ogni anno finendo per essere un lavoro a tempo pieno dove ogni giorno impiego il mio tempo per cercare notizie o migliorare il sito.
ALTRI ARTICOLI
ULTIMI ARTICOLI