Bilanciamento del Bianco – La Guida Definitiva

0
915
La guida sul bilanciamento del bianco nella fotografia
La guida sul bilanciamento del bianco nella fotografia

Nella fotografia il bilanciamento del bianco è uno degli aspetti più fondamentali e molti dei possessori di fotocamere nemmeno si rendono conto di quanto sia importante, non lo capiscono o addirittura non lo utilizzano. Ma fidatevi, questo potrebbe essere uno dei capitoli più importanti dove bisogna perdere almeno 10 minuti per capire le sue potenzialità e l’impatto reale sui propri scatti.

Iniziamo ora a capire il bilanciamento del bianco come influisce sulla fotografia, cercheremo di farlo nella maniera più semplice e veloce. Per farla brevemente e riassumere in una frase possiamo dire che il bianco nelle fotografie si bilancia per ottenere i colori delle foto il più realistici possibili. Ok, ma in che senso ottenere il colore giusto negli scatti?

Sicuramente ti sarà capitato che in alcune foto esiste una predominante di un colore, che può essere il blu, il giallo, l’arancio, il rosso etc. Di solito non è un elemento che cambia radicalmente le foto, che a occhio nudo può trasformare le scene in modo definitivo, ma è una temperatura del colore che ha “dominato” sulle altre, nascondendole o perlomeno coprendole in buona parte.

Un esempio pratico lo avete notato nel periodo natalizio, avete mai provato a fotografare le luci di natale? Le luci fluorescenti aggiungono un tocco bluastro alle foto, quelle tungsteno invece influiscono con delle sfumature giallastre sulle foto.  Questa gamma di colori influisce sul resto della fotografia cambiando le altre temperature del colore. Come lo si nota? Semplice, guardate un punto che in teoria dovrebbe essere bianco nella foto, sicuramente avrà una dominanza diversa.

L’occhio umano non si rende conto subito di questa differenza di colore, finisce per abituarsi a quella luce, ma una macchina fotografica non reagisce automaticamente a queste regolazioni e talvolta per trattare le foto in maniera precisa bisognerà dargli degli comandi per trattare le fotografie nel modo più neutrale e preciso possibile.

Quindi per una luce più fredda (blu o verde) dirai alla fotocamera di riscaldare le cose e nei casi di luce calda di raffreddare la temperatura.

Bilanciamento del bianco e e la temperatura del colore
Bilanciamento del bianco e e la temperatura del colore

Regolazione del bilanciamento del bianco

Ok, ma come si agisce manualmente? Come possiamo dire alla fotocamera digitale di regolare il bianco? Le fotocamere hanno modalità automatiche e semi automatiche per aiutarti a fare queste regolazioni. Iniziamo a vedere su quelle automatiche preimpostate

  • Automatica : Questa è l’impostazione primaria, la fotocamera decide lei con quale temperatura correggere il colore. Per noi questa dovrebbe essere l’ultima spiaggia, nel senso che la macchina fotografica difficilmente riesce a centrare la temperatura ottimale, per questo suggeriamo di provare per prime le altre qui sotto.
  • Tungsteno : Questa modalità di correzione è utilizzata quasi sempre negli ambienti interni in quanto grazie all’illuminazione ad incandescenza raffredda i colori nelle foto. Di solito è simbolizzata con una piccola lampadina sulla fotocamera.
  • Fluorescente : Esiste per compensare la luce “fredda” della luce fluorescente e di conseguenza riscalda la temperatura del colore. Il contrario di quella al tungsteno.
  • Soleggiato : Non è presente su tutte le fotocamere questa modalità, ma serve prevalentemente per quando si scatta in ambienti esterni e c’è bisogno di impostare il bilanciamento del bianco con tonalità più “normali”
  • Nuvoloso – È uno stop in più della modalità “soleggiato” e serve per riscaldare l’ambiente con un tocco in più.
  • Flash : Quanto è importante il flash in una fotocamera lo sappiamo bene, nella modalità Flash WB troverai il modo di riscaldare i tuoi scatti con un tocco veloce.
  • Ombra : Questa modalità si usa per quando si scatta a dei soggetti che non sono direttamente illuminati, ma anzi subiscono l’ombra di qualche soggetto e appare più fredda come illuminazione.
Bilanciamento del colore in post produzione
Bilanciamento del colore in post produzione

Regolazioni manuali del bilanciamento del bianco

Passiamo al miglior modo sicuramente, il bilanciamento del bianco in modo manuale, la maniera più accurata per raggiungere la temperatura perfetta nei tuoi scatti. Questa modalità è possibile in quasi tutte le macchine fotografiche, può avvenire in maniera poco differente ma la sostanza è sempre la stessa.

Acquistando su Amazon un kit di cartoncini bianchi e grigi progettati essenzialmente per questo compito puoi trovare il bianco perfetto per qualsiasi situazione. Ti consigliamo di acquistarne un paio e di portarlo sempre dietro con l’attrezzatura, il bilanciamento del bianco si può impostare in pochissimi secondi ma cambierà le tue fotografie e darà quel tocco in più.

Nelle impostazioni della fotocamera tra le regolazioni c’è proprio “impostazione del bilanciamento del bianco“. Una volta attivato viene detto alla fotocamera che il prossimo scatto indirizza la fotocamera a scegliere quella temperatura come un bianco effettivo. In pratica si utilizzano i cartoncini davanti la fotocamera, si fotografa quello bianco per dire alla fotocamera “ora segui questa temperatura come colore guida“.

Potete fare questo bilanciamento con qualsiasi mezzo che sia bianco “netto”, come per esempio un foglio da stampante A4, l’importante è che non abbia sfumature.

Ora i prossimi scatti avranno sicuramente una temperatura colore differente. Vi sfidiamo a fare una prova, prima effettuate uno scatto magari alla vostra libreria di casa, poi bilanciate il bianco e riprovate lo scatto. Vedrete immediatamente i cambiamenti.

Fidatevi, questo è il modo più accurato per bilanciare i colori nella maniera più professionale e corretta possibile. Se potete quindi evitare le impostazioni automatiche o ancor peggio le correzioni in post produzione.

Bilanciamento del bianco in post produzione

Noi per correttezza ve lo segnaliamo, è molto semplice e veloce come maniera, ma la meno professionale e veritiera, anche perché in questo caso entrano in gioco vari fattori come la fedeltà dei dispositivi che state utilizzando. Di solito i monitor per fotografi sono molto accurati, se state utilizzando un BenQ avrà una resa differente da un monitor Hp classico.

Comunque con Photoshop potrete eseguire il bilanciamento del bianco semplicemente cliccando su “regolazioni” e “bilanciamento del bianco” in seguito. Adobe reagirà calcolando il suo bianco e lo imposterà nello scatto.  Maniera veloce ma poco professionale. A questo punto vi suggeriamo più di applicare dei filtri o preset di lightroom per dare un colore differente alla foto e aggiungere qualche effetto più creativo.

Voi come lo effettuare il bilanciamento? Lo eseguite ogni volta che scattate una foto? Rispondeteci nei commenti!

Fotografia Moderna è stata fondata nell'estate del 2015 per dare un nuovo volto alla community fotografica di internet. Iniziata come passione e hobby è diventato in poco tempo uno dei portali più visualizzati in Italia arrivando a raccogliere più di 1 Milione di visitatori nel 2018. Cerchiamo sempre notizie che possano interessare gli appassionati di fotografia, ci divertiamo a fare recensioni di attrezzature fotografiche, lezioni e consigliare con le nostre guide all'acquisto alle migliori alternative sul mercato.